Come capire se le uova sono fresche? I consigli ed i trucchi di Benedetta Rossi

Benedetta Rossi si insegna a capire se le uova sono fresche o meno. Sul suo blog le dritte per non farsi abbindolare

Pinsa di Benedetta Rossi
Foto da Facebook

Consigli e trucchi infallibili quelli che Benedetta Rossi dispensa sul suo blog dedicato alla cucina. Fatto in casa da Benedetta, infatti, non è solo un raccoglitore online di ricette buonissime e facili da preparare, ma anche una sorta di piccola enciclopedia con rimedi e dritte per la casa.

Le uova sono uno di quegli ingredienti in cui in casa non se ne può fare a meno. Se si hanno delle uova in dispensa si possono cucinare tantissime cose, dai dolci ai salati. Ma c’è una domanda che attanaglia tutti, sempre e comunque, come capire se le uova sono fresche? Benedetta Rossi ci svela i suoi personali trucchi per imparare a capire se le uova, quelle che compriamo dal contadino e non al supermercato, possono essere mangiate oppure no.

Come capire se le uova sono fresche? Ce loo spiega Benedetta Rossi

uova fresche salmonella
(Foto Pexels)

Avere le uova del contadino è sempre una gioia in casa. Spesso capita però che rimangono in frigo o in dispensa per troppo tempo. Come capire allora se sono ancora buone oppure no. Ci sono diversi metodi secondo Benedetta Rossi.

Quello più conosciuto consiste nell’inserire l’uovo in un bicchiere di acqua: se affonda vuol dire che è bello fresco e può essere usato per preparare anche una preparazione a crudo, tipo la carbonara. Se resta a metà, invece, Benedetta sconsiglia la preparazione a crudo, indicando di usarlo, però, per le preparazioni cotte, tipo la frittata. Infine, se l’uovo galleggia non va consumato.

Potrebbe interessarti anche: Il passaggio fondamentale per una cotoletta croccante: non tutti lo fanno

Oltre a questo, per capire la freschezza dell’uovo si può osservarlo bene e da vicino. Si rompe in un piatto e se il tuorlo è a cupola e ben legato all’album significa che è molto fresco. Se, invece, il rosso è piatto e l’albume è acquoso vuol dire che non è molto fresco quindi meglio usarlo con la cottura. Se il tuorlo, infine, è piatto ed opaco o se si rompe, è meglio buttarlo.

Come terzo trucchetto la food blogger ci invita ad usare il nostro orecchio. Basta scuotere l’uovo vicino l’orecchio appunto e se non si sente nessun rumore è fresco. Al contrario, se udiamo una sorta di ticchettio significa che va controllato meglio rompendolo in un piatto. Questo accade perché quando le uova non sono freschissime creano una camera d’aria dentro il guscio.

Potrebbe interessarti anche: Pizza avanzata, come si riscalda nel modo giusto? I consigli di Benedetta Rossi

Infine, mettendo l’uovo controluce e usando la fiamma di una candela, possiamo verificarne la sua freschezza. Se riusciamo a vedere la camera d’aria che è molto piccola vuol dire che l’uovo è ancora fresco, se invece occupa molto spazio è meglio rompere l’uovo e controllare da vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *