Nuovo Codice della Strada, inasprite multe e taglio dei punti: le novità

Nel novero di quelle che sono le indicazioni del nuovo Codice della Strada entrate in vigore si registra maggiore severità contro le trasgressioni più comuni alla guida.

Nuovo Codice della Strada
Nuovo Codice della Strada Foto dal web

Codice della strada, dal 10 novembre 2021 sono entrate in vigore le nuove norme, che in diversi casi mostrano un inasprimento di quelle che sono le pene che verranno inflitte a chi trasgredirà le regole. Sono diverse le situazioni interessate.

Ed uno dei più curiosi riguarda il gettare rifiuti dal finestrino. Un comportamento da veri incivili ma che risulta più diffuso di quanto si possa pensare. Allo scopo di disincentivare questo odioso modo di fare – una vera e propria abitudine per alcuni – col nuovo Codice della Strada si può arrivare ad infliggere una multa che sfiora addirittura i 900 euro.

A seconda della situazione infatti la sanzione può andare da un minimo di 26 euro fino ad un massimo di addirittura 866 euro. Il nuovo Codice della Strada è inserito all’interno del Decreto Infrastrutture e trasporti del 2021. E si prevedono anche altre situazioni passabili di pene molto dure rispetto al passato.

Nuovo Codice della Strada, guai a trasgredire: aumentano le multe

Foto dal web

Ad esempio, dal 1° gennaio del 2022 saranno inasprite anche le multe per chi parcheggerà sui posti riservati ai disabili pur non avendone diritto. La sanzione pecuniaria in questo caso passa dagli attuali 168 euro a 672 euro (in precedenza era prevista tra gli 84 ed i 335 euro, n.d.r.) con un taglio dei punti sulla patente che da 2 sale a ben 6.

Invece, per chi ha il permesso per parcheggiare sul posto per i disabili potrà sostare anche su un posto tra strisce blu, qualora dovesse trovare la postazione dedicata già occupata. Ovviamente il contrassegno dovrà essere esposto in maniera ben visibile. Nel nuovo Codice della Strada poi viene esteso l’ambito di infrazione che riguarda l’uso dei cellulari alla guida.

Ora viene specificato come anche altri dispositivi elettronici quali tablet, pc, notebook ed altri apparecchi portatili tali da richiedere l’uso delle mani e da causare un deficit di attenzione mentre si è al voltante porterà alle sanzioni previste. Tolleranza zero quindi contro chi si mette a guidare ma fa altro durante la conduzione del proprio veicolo. La multa sarà compresa tra i 165 ed i 661 euro, con anche 5 punti in meno sulla patente.

Cosa succede con i monopattini

Un’altra sanzione prevista adesso concerne anche le situazioni per le quali chi sta per conseguire la patente si esercita nelle prove pratiche senza avere accanto a sé un istruttore. Addirittura si va dai 430 ai 1731 euro di sanzione pecuniaria, con anche il fermo amministrativo per tre mesi del proprio veicolo.

Potrebbe interessarti anche: Prelievo bancomat, forti limitazioni da gennaio: “È necessario”

Infine, per quanto riguarda i monopattini diventano obbligatori avere un segnalatore acustico e, dal 2022, mettere le frecce ed avere le luci di stop.

Potrebbe interessarti anche: Royal Family, tra Harry e William è ancora guerra: “Natale in trincea”

Potrebbe interessarti anche: Illusione ottica, perché pensate di vedere quel che non c’è | FOTO

La velocità non dovrà superare i 20 km orari (6 km/h nelle aree pedonali) ed il motore elettrico montato non dovrà erogare più di 0.50KW. Per i trasgressori di queste indicazioni sono previste multe tra i 100 ed i 400 euro ed anche il sequestro del monopattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *