“Busy Book”: il libro che non può mancare nella libreria del tuo bambino

“Busy book”, il libro che non può mancare nella libreria del tuo bambino: ma cosa è e perché è così importante? scopriamo insieme questo strumento

busy-book-cosa-è
libri per bambini (pixabay)

Come genitori vi eravate ripromessi che non avreste mai usato gli schermi, del cellulare, del tablet per distrarre il vostro bambino. Ci sono dei momenti in cui o perché siete molto impegnati in altro e disperatamente avete necessità di un attimo di concentrazione, o perché siete mentalmente stanchi, è sacrosanto, finite per cedere: tutto per un attimo di silenzio!

Evidentemente, non avete mai sentito parlare di quello che viene indicativamente chiamato busy book, o quiet book. Libro che tiene impegnato, o libro del silenzio: il nome è tutto un programma. Vi diciamo il terzo nome con cui questo strumento viene indicato, per convincervi definitivamente: libro-Montessori. Insomma, non si può dire sia diseducativo.

Ti potrebbe interessare anche-> Tremori nei giovani: quando c’è da preoccuparsi

Busy Book, il libro che non può mancare per il tuo bambino

busy-book-cosa-è
biblioteca per bambini (pixabay)

Questo tipo di libro è solitamente fatto in feltro e prevede una serie di attività educative per il vostro pargoletto. Ne esistono di svariati tipi che potrete scegliere a seconda dell’età del vostro bambino: è consigliato fino ai sei anni. Prendere confidenza con le prime parole, imparare a contare, fare i conti per la prima volta con l’inglese: insomma, veramente di tutto.

Ti potrebbe interessare anche-> Come eliminare le doppie punte con rimedi fai da te e naturali

Potete usarlo nei momenti sopra citati o prima che il bambino si addormenti. Si può usare anche quando magari siete al ristorante o in un altro contesto pubblico in cui avete necessità che non si facciano capricci. L’unico problema è che attualmente sono pochi i libri industriali di questo tipo e quindi dovrete ordinarlo dalle mani di un artigiano online: il prezzo medio di un libro del genere ben fatto si aggira attorno ai sessanta euro: sempre meno di un tablet, insomma.

Serena Garofalo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *