Muffa sui vestiti: rimedi casalinghi per combattere questa evenienza

Muffa sui vestiti, i rimedi casalinghi che devi conoscere per combattere questa occasionalità: sono semplicissimi e poco dispendiosi

muffa-vestiti-trucchi
vestiti stesi ad asciugare

La muffa sui vestiti è veramente una croce: capita spesso quando ci dimentichiamo magari i vestiti sul fondo del cestello o quando, a causa di un susseguirsi di brutte giornate o per mancanza di spazio, siamo costretti a tenere i nostri vestiti privi di asciugatura. La muffa perdona difficilmente: le sue spore, in quel momento, si saranno già attaccate sul tessuto dei vestiti. Il risultato: macchie tremende e cattivi odori di chiuso.

Come liberarcene? Oltre all’ampia gamma di prodotti specifici che il mercato offre, possiamo pensare a qualche rimedio fai da te.

Ti potrebbe interessare anche-> Allarme germi in cucina, gli oggetti da tenere d’occhio

Muffa sui vestiti addio: i rimedi casalinghi

muffa-vestiti-trucchi
lavatrice con vestiti non asciutti al suo interno

Per prima cosa partiamo dal più classico dei rimedi, che più a costo zero non si può. Il sole: stendere i vestiti con il diretto contatto della luce solare è un ottimo rimedio contro le rimanenza delle macchie di muffa. Insomma, quando si dice che provare non costa nulla.

Ti potrebbe interessare anche-> Cura per la gastrite: comportamenti da tenere per stare meglio

Crea una miscela da strofinare sulla macchia prima di rimettere in lavatrice il capo: tieni presente i classici smacchianti che si è soliti usare in casa. Il sale, il bicarbonato, l’aceto bianco. Crea una soluzione di uno di questi ingredienti con l’acqua in quantità proporzionate e, aiutandoti magari con una spazzola o una spatola, strofina con abbastanza forza la macchia. A quel punto carica di nuovo la lavatrice oppure lava a mano il vestito incriminato: usa, nel lavaggio, il sapore di marsiglia. Questo potrebbe aiutarti anche a combattere i cattivi odori della muffa.

A fine lavaggio, come detto, assicurati di asciugare subito il vestito, per evitare il ripresentarsi del problema.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *