Sprechi alimentari in noti supermercati: la denuncia di Striscia la Notizia

A Striscia la Notizia sono stati documentati sprechi alimentari incomprensibili in note catene di supermercati. Vediamo che cosa è successo.

frutta e verdura
Frutta e verdura Striscia la Notizia (screenshot Mediaset Play)

Mercoledì 24 novembre 2021 è andata in onda una nuova puntata di Striscia la Notizia e Valerio Staffelli si è occupato di sprechi alimentari davvero incomprensibili che avvengono in noti supermercati. Questi buttano ogni giorno nella spazzatura frutta e verdura ancora in ottimo stato.

Incuranti delle lunghe file di persone alle varie associazioni caritatevoli che forniscono cibo gratis come il pane avanzato del giorno, ancora buono, la frutta e la verdura, questi supermercati non si fanno alcun problema nel buttare via prodotti ancora eccellenti. Le segnalazioni arrivate alla redazione del tg satirico sono state tante e il team ha deciso di indagare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> La frutta tagliata diventa nera in poco tempo: qualche consiglio per evitarlo

Il famoso inviato e i suoi collaboratori sono andati a controllare nella spazzatura prendendo quei prodotti e analizzandoli per poi scoprire che erano ancora in perfette condizioni. Ma ecco qui di seguito tutti i dettagli.

Sprechi alimentari in noti supermercati: la denuncia di Striscia la Notizia

Valerio Staffelli
Valerio Staffelli (screenshot Mediaset Play)

Il controllo da parte del programma si è concentrato sull’Eurospin di Varedo, ma non è l’unico che butta merce ancora buona. Poco tempo fa Striscia la Notizia, sempre attraverso Staffelli, aveva riferito esattamente la stessa cosa dal Lidl di Lentate sul Seveso. Indignato per questo spreco che non ha giustificazioni, l’inviato è andato a chiedere spiegazioni al responsabile del supermercato di Varedo.

L’uomo sfuggiva continuamente alle domande e alle telecamere, dicendo di non poter rispondere e che avrebbe provveduto a segnalare la cosa. Ma l’indignazione dopo la diffusione di video e di immagini di quanto accade regolarmente in questi negozi è tanta. Come è possibile privare di alimenti ancora in perfetto stato tutte quelle persone che aspettano da ore davanti alle associazioni?

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta e verdura di novembre per un autunno più sano e allegro

La regola deve essere questa: a fine giornata tutto quello che è ancora buono deve essere distribuito gratuitamente a chi ne ha bisogno. Evidentemente in Italia ci sono catene di supermercati che sono indifferenti alle necessità di tante persone e preferiscono buttare nella spazzatura frutta e verdura ancora in ottimo stato. Una vergogna che sui social, e non solo, ha creato molto scalpore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *