Colesterolo: cibi da inserire nella dieta per abbassarlo

Colesterolo, i cibi di cui non potrai più fare a meno: sono una mano santa per combatterlo. Così starai subito meglio e in forma!

colesterolo-alto-cibo
camice di un medico (pixabay)

Il colesterolo altro è un pericolo grosso: spesso nasce dalla trascuratezza del nostro stile di vita. Dimentichiamo di star bene, abbandonandoci ad alimentazioni poco corrette e in più il colesterolo può essere connesso a un rischio cardiaco ed ischemico. Se dagli ultimi accertamenti medici, sono stati riscontrati livelli di colesterolo alti nel sangue, bando alle ciance. Devi agire, è categorico.

Senza lasciarti prendere dal panico, partiamo dalla dieta. L’alimentazione è il primo campo su cui portare la nostra riflessione: ecco quindi alcuni cibi da inserire nella dieta. Ovvio che il campo alimentare non sia l’unico campo d’azione, ma è un valido punto di partenza.

Ti potrebbe interessare anche->Come scegliere le tende per la propria casa: alcune linee guida

Colesterolo alto, i cibi d’oro

colesterolo-alto-cibo
aglio (da pixabay)

La regola generale è: meno grasso è, meglio è. Buona parte lo fa anche l’intuito: sicuramente, se mi hanno appena diagnosticato colesterolo alto, non andrò per prima cosa a mangiare un cibo unto e frittissimo, no? Il pesce quindi, purché non fritto, può essere consumato. Anzi, deve: almeno due o tre volte nel giro dei sette giorni. Scegliete metodi di cottura che non apportino l’aggiunta di grassi esterni, come il cartoccio o al vapore.

Ti potrebbe interessare anche->Torta rovesciata all’arancia, soffice e profumata: farà impazzire tutti!

Anche la carne va bene: scegliete magari carni con pochi grassi ed eliminate l’eliminabile prima della cottura.

Tra i frutti, vi consigliamo le mele: contengono pectina e flavonoidi, ideali per far abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Anche l’aglio con le sue qualità anti-ossidanti e anti-virali merita una menzione d’onore in classifica: se non vi piace il sapore, potreste fare uno sforzo ogni tanto, magari accompagnandolo con sapori che ne smorzino l’effetto.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.