Iginio Massari spiega gli errori da non commettere per il panettone fatto in casa

Iginio Massari, il Maestro dei Maestri nella pasticceria, ha spiegato quali errori bisogna evitare quando si fa il panettone in casa.

iginio massari
Iginio Massari (da Facebook)

Iginio Massari, grande pasticcere e famosissimo personaggio televisivo, è considerato il pasticcere più bravo del mondo. In questo senso ha vinto il premio che lo certifica e una serie di altri riconoscimenti nel corso della sua lunga carriera.

Oggi parliamo proprio di una sua specialità, ovvero il panettone. La ricetta del grande Massari, considerato il Maestro dei Maestri, è un po’ particolare, non molto facile da fare. Bisogna avere passione in cucina, molta pazienza e saperci un po’ fare. Ma non siamo qui per la ricetta, bensì per dire che cosa Massari ha detto di evitare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> I migliori panettoni del supermercato: la classifica dei grandi marchi

Dunque, vediamo che cosa suggerisce il pasticcere più bravo al mondo in modo da evitare errori che potremmo fare se decidessimo di cimentarci in un bel e buono panettone fatto in casa.

Iginio Massari spiega gli errori da non commettere per il panettone fatto in casa

Come tagliare panettone e pandoro
Panettone (Unsplash)

La buona notizia è che anche a casa nostra possiamo replicare la ricetta di Massari per fare il nostro panettone fatto in casa. La cattiva notizia è che è difficile e si può cadere in alcuni errori. Per questo proprio il pasticcere ha dato consigli preziosi. Per prima cosa è bene sapere che non bisogna usare una farina eccessivamente forte. Secondo lui andrà bene 400 g di una farina bianca 00 con W (che sta ad indicare l’indice di forza della farina) di 280-320.

La farina è importante perchè se troppo forte può rendere l’impasto troppo calorico e non permettere una corretta fermentazione degli amidi. Importantissimo mettere nell’impasto prima lo zucchero in quantità di 120 g e poi il sale nella quantità di 8 g. Il contrario causerebbe un eccesso di umidità. Inoltre, anche la quantità della frutta è fondamentale. Secondo Massari per le quantità casalinghe vanno bene questi numeri:

  • Uvetta: 200 g;
  • Cedro candito: 50 g;
  • Arancia candita: 150 g.

L’altro elemento fondamentale è non stancarsi di lavorare l’impasto. Questo va lavorato a lungo, con pazienza, impegno e decisione. Deve risultare omogeneo e non deve avere lacerazioni.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come tagliare pandoro e panettone: i consigli per non sbagliare

Infine, sarà opportuno prestare molta attenzione alla cottura: l’esperto consiglia di usare il forno a 175° e per una porzione di impasto da 1 kg aspettare 50 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *