Nessun virus peggiore della maleducazione: come questa rovina le nostre vite

La maleducazione ci fa vivere peggio: niente di nuovo. Spesso però tendiamo a sottovalutarlo: ecco in che modo essere maleducati ci rovina

maleducazione-vivi-male
uomo che urla (pixabay)

Essere maleducati ci costa caro: spesso neanche ce ne accorgiamo. Diremo di più: spesso siamo maleducati senza neppure accorgercene. E direi che si può distinguere in due tipi di maleducazione: il primo è quello in cui, presto o tardi, tutti incappiamo. Il bon ton infatti è così arzigogolato e complesso che finiremo comunque per scordarci qualcosa o per trasgredire ad una regola che neppure conosciamo. La seconda maleducazione, e ci occuperemo di questa, nasce da una sinistra predisposizione d’animo: l’essere prepotenti, menefreghisti e ciechi agli altri per scelta, per disattenzione voluta. Insomma, senza voler essere edulcorati nella parole, il secondo maleducato è quello che chiameremmo senza troppi giri, un cafone. Ed è propriamente l’esser cafoni che….ci rovina.

Ti potrebbe interessare anche->Parquet, ecco un trucco semplice e veloce per pulirlo e lucidarlo alla perfezione

Maleducazione, peggiora la qualità della vita

maleducazione-vivi-male
Avere un rapporto rancoroso con l’esterno ci porta a stare male (pixabay)

Masticare a bocca aperta, vivere da costante furbetto con l’ansiosa pretesa di fregare l’altro, in qualche modo, in qualche occasione, sempre e comunque, per arrivare primo, per risparmiare, per star meglio rispetto all’altro. La legge del più forte declinata di furbizia, dove vige il crudelissimo aiutati che io ti frego. Vivere così non solo non fa bene all’altro- ma tanto se siamo cafoni cosa vuoi che ci interessi?- ma fa male anche a noi stessi.

Ti potrebbe interessare anche->Pignoramento del conto corrente se non paghi entro metà dicembre

Come se di pensieri ne avessimo pochi, vivere a questa maniera ci porterà a percepirci in una costante gara, un costante corpo a corpo contro l’altro, dove l’altro può essere un qualsiasi povero tizio che, nel suo vivere, urti con il nostro. Sfiniti, arriveremo a crollare: lo stress si rende fisico anche concretamente, con una lunga serie di sintomatiche: dolori allo stomaco ma anche ictus e infarti.

Serena garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *