Autunno: stagione di cibi arancioni e rossi. Che significa per corpo e mente

Tanti cibi che crescono in autunno sono di colore arancione e rosso. In che modo il colore influenza corpo e mente? Cos’è la cromoterapia?

Il colore dell'autunno
Il colore dell’autunno (foto da Pixabay)

Tanti cibi che crescono in autunno sono di colore arancione e rosso. In che modo il colore influenza corpo e mente? E cos’è la cromoterapia del cibo? La natura ha un modo tutto suo per aiutarci, e in questo caso ce lo fa capire attraverso alimenti di particolari colori.

Il beta-carotene contenuto nel cibo di colore arancione e rosso protegge i polmoni e il colon, è un antiossidante capace di contrastare i radicali liberi. Tra l’altro, è fonte di vitamina A e C, che fa bene alla vista e alla pelle. Essendo anche un colorante naturale, si trova in tutti quegli alimenti di colore arancio e rosso:

  • Mango
  • Meloni
  • Zucche
  • Arance
  • Peperoni
  • Carote
  • Uva
  • Melograno
  • Frutti di bosco
  • Cavoli rossi

Potrebbe interessarti anche → Sciroppo naturale per combattere diversi disturbi: ecco come farlo

Che simboli rappresentano i cibi arancioni e rossi dell’autunno?

melograno, frutto rosso per eccellenza
melograno, frutto rosso per eccellenza (foto da Pexels)

In autunno i colori predominanti sono l’arancio e il rosso. Non solo per quanto riguarda le foglie secche e la vegetazione, ma soprattutto in tavola. Abbondiamo in cucina con prodotti arancioni e rossi per fare il pieno di proprietà nutrienti. Zucche, carote, cachi, arance, uva rossa, melograni, che hanno un gran quantitativo di antiossidanti e di vitamine A e C. contengono beta-carotene, responsabile della corretta crescita dei tessuti.

Mentre i cibi rossi, come uva, melograno o frutti di bosco, sono ricchi di licopene e antocianine e sono antinfiammatori e depurativi. Questi alimenti agiscono sul sistema circolatorio e sgonfiano l’organismo grazie all’alto contenuto di potassio. I cibi rossi, inoltre, stimolano l’energia, secondo il principio della cromoterapia, sono perciò antidepressivi.

I cibi di colore arancione, invece, danno una sensazione di benessere. Secondo la tradizione cinese, l’autunno è il mese in cui tutto ricomincia, lasciandosi alle spalle il passato. È la stagione del raccolto, nel senso che si raccoglie ciò che è stato seminato in precedenza. Autunno è simbolo di energia, che si identifica nei colori arancio e rosso.

Potrebbe interessarti anche → Come riconoscere i vari tipi di mal di testa e quando rivolgersi al medico

Secondo la disciplina orientale, gli alimenti rossi e arancioni caricano il chakra sacrale di energia e contribuiscono al benessere psicofisico. Il chakra sacrale riguarda la capacità creativa, le relazioni sociali, l’empatia e l’intimità. Mangiando cibo di questi colori durante l’autunno non può che rigenerare il fisico e la mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *