Cereali integrali: i migliori da inserire nella dieta e quelli da evitare

Ci sono tanti tipi di cereali integrali e cereali raffinati ma soltanto alcuni sono i migliori da inserire nella dieta in modo da ottenerne tutti i benefici.

cereali
Cereali (Foto di Flo Dahm da Pexels)

Negli ultimi anni è aumentata tantissimo la richiesta di cereali. Ne esistono tanti tipi e possono essere cereali raffinati oppure cereali integrali. I primi sono lavorati e quindi modificati dal loro stato originale, cosa che non accade nel caso di quelli integrali. Naturalmente quelli raffinati non sono salutari come quelli integrali.

Ma quali sono quelli che fanno meglio alla nostra salute? Spesso in tanti si limitano a dire semplicemente di mangiare o di preferire i cereali integrali. Vediamo quindi di poter dare una lista di quelli che fanno molto bene e quelli che si potrebbero anche evitare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> La classifica dei cereali più salutari da mangiare a colazione

Dal sito inglese eatthis.com ecco una lista di cereali che sono i più comuni e i più diffusi ma entrando nel dettaglio di quali sono davvero migliori e quali non sono poi così tanto pieni di benefici.

Cereali integrali: la lista dei migliori

alimentazione
(foto pexels)

Al primissimo posto della classifica fatta dal sito inglese troviamo la quinoa. Sembra che questo sia il cereale più sano della Terra. Contiene vitamine, minerali, fibre, proteine complete e tutti e 9 gli amminoacidi essenziali. Ci sono oltre 120 varietà di questo cereale.

Subito dopo nella classifica, sempre sul podio, troviamo amaranto e freekeh. L’amaranto non sarebbe un cereale ma viene considerato uno “pseudocereale” originario dell’America Centrale. È ricco di proteine, di magnesio, ferro, rame e privo di glutine. Mentre il freekeh è un cereale originario del Medio Oriente, contiene glutine, ma ha una grande quantità di ferro, calcio e zinco.

A seguire in questa classifica, giù dal podio, ma non tra i peggiori, troviamo il grano saraceno, l’orzo e l’avena. Il primo, nonostante il suo nome, non contiene grano in realtà. quindi, è privo di glutine, ricco di ferro, magnesio e antiossidanti. L’orzo contiene vitamina B e antiossidanti che prevengono malattie cardiache e diminuiscono il rischio di cancro. L’avena, invece, è ricca di sostanze nutrizionali, abbassa la glicemia e aiuta il colon.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dieta da 1200 kcal, vi farà perdere i kg di troppo! Ecco cosa potete mangiare

Alla fine della classifica troviamo mais, riso bianco e frumento. Il mais è ricco di fibre e antiossidanti, ma anche di amido, che aumenta il peso. Così è anche per il riso bianco, delizioso, che si presta a tanti piatti, ma che può anche alzare i livelli di zucchero nel sangue. Il peggiore di tutti è il frumento, perchè viene spesso lavorato e contiene una grande quantità di glutine. Questo non vuol dire che non contenga sostanze nutritive, ma meno rispetto agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *