Orchidea blu: non sempre è naturale, come riconoscere quella vera

L’orchidea blu è una pianta bellissima, ma non è sempre naturale. Può accadere che venga tinta. Ecco, allora, come riconoscere quelle vere e quelle finte.

orchidea blu
Orchidea blu (da Facebook)

L’orchidea blu è una varietà della pianta che si trova spesso in commercio. Normalmente la si trova bianca, rosa, gialla, arancione, rossa, ma moltissime persone preferiscono la tonalità del blu che dona un’atmosfera particolare nella propria casa.

È ottima anche da regalare, ma forse non sapete che non sempre l’orchidea blu è naturale. Si trova molto spesso nei negozi di fiori, è vero, ma può succedere che si tratti di una pianta dai fiori tinti e non naturale, sebbene questa varietà di colore ci sia in natura.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Orchidea: il metodo veloce e sicuro per tagliare i rami secchi

Allora, se volete fare più attenzione, vediamo come poter riconoscere le orchidee blu naturali e quelle che invece sono state fatte artificialmente.

Orchidea blu: come riconoscere quelle vere da quelle finte

orchidea
Orchidea blu (da Facebook)

Il tipo di orchidea che ha la caratteristica colorazione blu è l’orchidea vanda. Quest’ultima è più rara rispetto alla più diffusa orchidea phalaenopsis, quindi si trova di meno e costa di più. I suoi fiori possono essere di varietà diverse di blu, da quello più scuro a quello più chiaro, andando a volte a toccare anche punte di viola.

Ma come fare per distinguerla da una pianta che è stata creata artificialmente di quel colore? Semplice: dovete guardare le foglie. Le foglie del tipo vanda possono essere di due tipi: sottili che crescono a lato del fiore, oppure cilindriche, dalla forma più lunga e appuntita. Inoltre, i fiori del tipo vanda sono più grandi rispetto a quelli del tipo phalaenopsis.

Se si tratta, invece, di un’orchidea i cui fiori sono stati tinti avrete davanti la classica orchidea phalaenopsis con grandi foglie verdi alla base e dei fiori a forma di farfalla. Il colorante viene messo alla base dello stelo, in modo che quando il fiore cresce, lo fa assorbendo il colore blu.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Orchidea, il freddo l’ha fatta seccare? Ecco come rimediare

Non è difficile capire la differenza tra le due. Naturalmente è preferibile avere sempre quella naturale, sarà più in salute. Mentre quella trattata potrebbe soffrire dell’aggiunta del colorante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *