Il naso fiuta il pericolo: questo ci accomuna agli animali

Il naso fiuta il pericolo più velocemente di noi e ci avvisa: in questo siamo rimasti molto simili agli animali…per fortuna!

naso-fiuta-pericolo
naso (da pixabay)

L’olfatto viene spesso trascurato, come considerato di secondo piano.  Pensiamo anzi tutto a che orrore dev’essere non sentire più i profumi: né il nostro profumo preferito, né quello del mare, né quello umido della pioggia dopo il temporale. Il nostro naso è un organo sensibilissimo, molto più di quel che pensiamo. Studi compiuti negli ultimi anni  hanno dimostrato come il nostro naso sia in grado di percepire quasi mille miliardi di sentori, aumentando notevolmente la gamma di cui eravamo prima convinti. Basterebbe questo ad essere un supplizio bello e buono: ed invece il nostro naso non è solo questo. Questo svolge un’altra importante funzione, se possibile ancora più importante, legata in qualche modo alla nostra sopravvivenza: fiuta il pericolo.

Ti potrebbe interessare anche->Incontinenza: un disturbo da non sottovalutare e diagnosticare

Puzza di pericolo? il naso la sente

naso-fiuta-pericolo
questo senso ci accomuna agli animali (pixabay)

Diciamo molto spesso degli animali che questi fiutino il pericolo: ecco, noi non facciamo eccezione. Facciamo un esempio pratico perché quel che si dice sia chiaro: mettiamo caso di prendere dal frigo un cibo che vogliamo cucinare. Il nostro naso ci avvisa che quel cibo è probabilmente andato a male ed in questo modo ci salva da una bella indigestione.

Ti potrebbe interessare anche->Frittelle mele e cannella: soffici e pronte in meno di 15 minuti

Pensiamo anche alla puzza di fumo, quando c’è un incendio: i cattivi odori, legati in qualche modo istintivamente ad una minaccia che può farci del male, vengono processati e comunicati più velocemente del buon odore. Li ricordiamo anche più facilmente di un buon odore, a meno che questo non sia ripetuto ed associato a sua vola ad un ricordo. Insomma, su questo siamo ancora animali…per fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *