Natale: come evitare gli sprechi, alcune regole fondamentali

A Natale non bisogna esagerare con il cibo anche se si è portati a farlo. Vediamo come evitare gli sprechi con alcune semplici regole fondamentali.

cibo di natale
Cibo di Natale (da Pixabay)

Nel periodo delle feste siamo portati tutti a mangiare di più. La disponibilità di cibo nei negozi e nelle case aumenta perchè arrivano tutti i piatti e i dolci tipici del Natale. Questa festa porta con sè un significato profondo a livello religioso, ma anche molte tradizioni culinarie: la cena della vigilia, il pranzo di Natale, il cenone di Capodanno e via dicendo.

Ma non bisogna esagerare e bisogna fare attenzione a che cosa si prepara, quanto se ne prepara ed eventualmente a conservarlo per i giorni a venire nel modo giusto. Forse in molti sottovalutano questo aspetto, ma molti dei disturbi che arrivano in questo periodo nelle persone sono dovute a contaminazioni dal cibo che non è stato conservato bene e ha sviluppato batteri.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Menù di Natale con soli 32 euro? Si, è possibile e vediamo come

Dunque, vediamo come evitare gli sprechi in questi giorni di festa per non andare incontro a cibo buttato o conservato male. A questo proposito ci sono una serie di regole che arrivano direttamente dall’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie.

Come evitare gli sprechi a Natale: le regole fondamentali

Tradizione natalizia, la viglia di Natale a tavola
Tradizione natalizia, la vigilia di Natale a tavola (foto da Pixabay)

Secondo l’Istituto è importante seguire 10 regole fondamentali in questo periodo. Vediamo quali sono:

  1. Non fare troppo cibo: sarà utile contare in maniera precisa gli ospiti e fare da mangiare in base alle persone presenti senza esagerare troppo per non ritrovarsi troppo avanzi.
  2. Dopo la cottura non lasciate il cibo a temperatura ambiente: bisogna metterlo sempre in frigorifero, altrimenti si svilupperanno i batteri.
  3. Non caricare troppo il frigorifero: riempire l’elettrodomestico e mettere tutto a contatto non va bene. Non ci sarà circolazione di aria fredda e le pietanze non si conserveranno nel modo giusto e salutare.
  4. Conservare gli avanzi in frigorifero nel modo giusto: dovete usare contenitori di plastica ben chiusi, metterli nei ripiani in alto del frigorifero e consumati entro 2 o 3 giorni.
  5. Particolare attenzione va data ai cibi freschi: quelli che scadono presto come il pesce, il latte, le uova e le salse devono essere consumate in fretta altrimenti si va incontro a rischi.
  6. Particolare attenzione alle salse: in frigo si possono conservare un paio di giorni al massimo, mentre a temperatura ambiente qualche ora. Non commettete  l’errore di lasciare creme e salse fuori troppo a lungo.
  7. Eliminare gli avanzi che sono rimasti sulla tavola per ore: sviluppano batteri in poco tempo, bisogna buttarli nella spazzatura.
  8. Usare contenitori adatti: sia quando li mettete in frigorifero che in freezer.
  9. Scongelare gli avanzi nel modo giusto: non si scongela a temperatura ambiente, ma in frigorifero. I cibi scongelati non vanno mai ricongelati.
  10. Riscaldare in modo uniforme prima di mangiare gli avanzi del giorno prima.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> A Natale perchè si mangia la frutta secca? È una tradizione molto antica

Seguire queste regole non è affatto complicato. Fate attenzione, pensateci, in modo da evitare sprechi e problemi di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *