Agrifoglio: significati e leggende della pianta simbolo del Natale

Insieme alla Stella di Natale l’agrifoglio è fra le piante più acquistate in questo periodo dell’anno, ma quali significati e leggende cela?

agrifoglio significati leggende
Agrifoglio (Pexels)

Con le sue bacche rosse e le foglie dai contorni spinosi, l’agrifoglio è immediatamente riconoscibile e lo possiamo trovare come decorazione in molte case o sui balconi durante questo periodo dell’anno.

Dalle dimensioni variabili, è proprio in inverno che produce le sue bacche dal colore rosso vivo, colore tipico del Natale. Forse sarà anche per questo il motivo che è diventato uno dei simboli più conosciuti di questa festività.

L’agrifoglio ricopre un ruolo molto importante durante le feste natalizie, ma come mai? Grazie alle numerose leggende e significati che lo vedono protagonista. Scopriamoli insieme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > L’agrifoglio non ha le bacche rosse? I motivi e i rimedi

La pianta dai mille significati e protagonista di tante leggende: l’agrifoglio

agrifoglio significati leggende
Agrifoglio (Pixabay)

Estremamente resistente è coltivato in tutto il mondo, l’agrifoglio è una pianta molto bella grazie all’accostamento di due tipici colori natalizi: il rosso delle bacche e il verde delle sue foglie, scuro all’interno e chiaro all’esterno.

Questa pianta ha numerosi significati. Il principale coincide con l’affetto e l’amore eterno. Il motivo risale alle sue caratteristiche: è una pianta sempreverde molto resistente e longeva. Quindi regalare questa pianta a qualcuno è un modo per manifestare il proprio affetto e spesso viene usata per consolidare un amore o un’amicizia.

Inoltre in passato l’abbinamento delle bacche, associate alla donna grazie alla loro forma rotonda e delicata, e delle foglie, associate all’uomo essendo appuntite, ha reso questa pianta un simbolo del matrimonio.

Le bacche rosse simboleggiano anche fortuna. Questo significato deriva da un’usanza comune degli antichi Romani, i quali utilizzavano i rametti di agrifoglio per addobbare le porte di casa durante diverse festività, e da quella dei druidi, i quali impiegavano le bacche rosse per decorare i propri cappelli come rito propiziatorio. Quindi se volete augurare buona fortuna a qualcuno munitevi di bacche rosse!

Questa pianta è però anche associata al pericolo. Questo a causa delle sue foglie spinate e al fatto che le bacche contengono una certa percentuale di veleno. Di conseguenza, regalare questa pianta può essere anche un modo per avvertire qualcuno che ci è familiare di un pericolo.

La simbologia più importante di questa pianta è associata alla cristianità. La struttura delle foglie dell’agrifoglio, infatti, ricorda molto la corona di spine di Gesù, i frutti rossi simboleggiano il suo sangue, mentre i boccioli bianchi la purezza della Madonna.

L’agrifoglio è anche protagonista di due leggende provenienti dai Paesi nordici:

  • La prima narra di  bambino che abitava nei boschi. Un giorno, durante la raccolta della legna, rimase impagliato in alcuni rovi. A quel punto comparve in suo aiuto un elfo che lo aiutò a liberarsi, lo confortò e lo medicò. Una volta giunto a casa, il bambino notò che tra i rami che aveva raccolto c’erano delle bacche rosse. Queste bacche portafortuna erano nate dalle sue lacrime e dalle sue gocce del suo sangue.
  • La seconda leggenda racconta di un guerriero valoroso, figlio del re, che durante una battaglia fu colpito da una freccia che lo fece cadere su un cespuglio di foglie spinate. Queste, nonostante la loro forma, gli diedero sollievo durante gli ultimi istanti della sua vita.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Piante di Natale: quali sono, cosa simboleggiano, quali regalare

Infine, si narra che in Irlanda l’agrifoglio fosse l’unica pianta che anche le famiglie più povere potessero permettersi per decorare le proprie abitazioni durante le festività natalizie. Ecco perché, tra le piante di Natale, l’agrifoglio è storicamente quella più amata. (Serena Ponso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *