Sci, assicurazione obbligatoria e non solo: giro di vite da gennaio

Se ti piace fare sci assicurazione e non solo ora diventano obbligatori. Altrimenti si corre il rischio di incappare in multe ed in altre sanzioni.

Sci assicurazione e casco sono ora obbligatori
Sci assicurazione e casco sono ora obbligatori Foto dal web

Il 2022 si aprirà con diverse novità per chi ama stare sulla neve. E si tratta di introduzioni volte a garantire la sicurezza di tutti. Per fare sci assicurazione e casco diventeranno obbligatori per tutti quanti, come afferma il nuovo decreto legge n. 40/2021.

Le piste hanno riaperto e l’obiettivo di queste nuove norme è ridurre al minimo gli incidenti. Per praticare sci casco obbligatorio per tutti i minorenni fino ai 18 anni: questo impone il nuovo ddl. In precedenza l’elmetto protettivo andava indossato da tutti gli under 14, ora invece questo obbligo viene esteso fino ai neomaggiorenni.

Ma il casco servirà necessariamente non solo per fare sci in discesa. Anche per coloro che praticano telemark, snowboard e sci nordico si rende d’obbligo fare ricorso alla protezione totale della testa, con l’accessorio in questione che dovrà rispettare dei precisi criteri di qualità per potere essere definito idoneo e dotato di piena validità a termini di legge.

Se vuoi fare sci assicurazione e casco ora sono obbligatori

Sci assicurazione e casco sono ora obbligatori
Sci assicurazione e casco sono ora obbligatori Foto dal web

Ed ancora, per sciare sarà ora indispensabile munirsi pure di assicurazione obbligatoria per prevenire eventuali danni agli altri. Sarà possibile stipulare una polizza al momento di acquistare lo skipass, qualora se ne sia sprovvisti. Lo rende noto l’art. n. 30/2021.

L’assicurazione obbligatoria dovrà coprire possibile responsabilità civili per danni od infortuni provocati a terzi. I gestori dei vari impianti sono obbligati a fare si che i loro ospiti siano tutti muniti di una polizza. Fanno eccezione le aree destinate allo sci di fondo, che non presuppongono discese ed alte velocità. Lì quindi è impossibile che ci sia un impatto tra persone.

Le multe per chi viola le regole in questione vanno dai 100 ai 150 euro con annesso ritiro dello skipass ed annessa impossibilità di sciare. Le multe salgono fino a mille euro qualora un individuo dovesse essere sorpreso a sciare in stato di alterazione psicofisica, dovuta all’assunzione di alcolici o di sostanze stupefacenti.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulle bollette? I consigli per evitare le stangate

Norme ferre anche per quanto riguarda la pandemia

Foto dal web

E naturalmente è obbligatorio presentare anche apposita certificazione di sicurezza in materia di pandemia. Bisogna dimostrare di essere vaccinati o comunque non positivi, dai 12 anni in su (al di sotto di questa età la vaccinazione non è obbligatoria, n.d.r.).

Potrebbe interessarti anche: Freddo e smartphone, quali sono i danni che possono capitare: attenti

Potrebbe interessarti anche: Esenzione ticket ed altre agevolazioni, ti spettano se hai compiuto 65 anni

Andranno rispettate le solite norme su utilizzo della mascherina e distanziamento sociale. Sugli impianti di risalita c’è il 100% di capienza, che scende all’80% nel caso di chiusure a cupola o di paravento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *