Come realizzare il miele in polvere con e senza l’essiccatore

Vediamo come realizzare il miele in polvere. Questo si può usare in svariati modi, in cucina al posto dello zucchero oppure per idratare e nutrire la pelle.

come realizzare miele in polvere
Miele (Unsplash)

Il miele è un alimento estremamente versatile, dolce e poco calorico. Trasformarlo da liquido in polvere può essere utile in quanto i cristalli di miele si conservano per sempre. C’è il pericolo, inoltre, che non sigillando bene il barattolo di miele, questo si solidifichi da solo. Avere quindi il miele cristallizzato in un vasetto di vetro o plastica risulta ostico da ritrasformare in liquido per essere utilizzato. Mentre i cristalli di miele, conservati in modo adatto, durano per sempre in mantenendo la forma dello zucchero.

Il miele in polvere è più facile da utilizzare di quello liquido, ed è estremamente più versatile. Si mescola meglio con lo zucchero e nelle bevande si scioglie prima di quello liquido e si distribuisce meglio nei prodotti secchi da forno (per esempio sopra i biscotti). Per disidratare il miele, sarebbe meglio utilizzare un miele di provenienza locale, del territorio, perché quello che si trova al supermercato potrebbe non essere de tutto miele e contenere additivi.

Ti potrebbe interessare anche >>> Caffè con il miele al posto dello zucchero: quale usare e i benefici

Come realizzare il miele in polvere con l’essiccatore

come realizzare miele in polvere
Miele solido (Unsplash)

Per disidratare il miele con l’essiccatore serve:

  • Miele
  • Carta da forno
  • Disidratatore
  • Spatola

Posizionare la carta da forno nel vassoio dell’essiccatore e versarci il miele. Aiutandovi con la spatola, stendete il miele fino a che non sarà uno strato sottile di quasi mezzo millimetro. Inserite il tutto nell’essiccatore e puntatelo a 48°C, quindi disidratare il miele. Questo processo può richiedere molto tempo, dalle 24 alle 48 ore, l’importante è tenerlo d’occhio per non farlo bruciare. Una volta che sarà pronto, fate raffreddare a temperatura ambiente in un luogo asciutto per circa 30 minuti. Poi aiutandovi con un martello da cucina, schiacciatelo oppure frullatelo per ridurlo in polvere

Ti potrebbe interessare anche >>> Caramelle al miele per il mal di gola: una leggenda più che una realtà

Come disidratare il miele senza essiccatore

Il procedimento per essiccare il miele può essere fatto anche senza l’ausilio di un disidratatore. In questo caso il miele va scaldato in un pentolino fino a che non diventa bello liquido, poi versarlo su un piano ricoperto da carta da forno e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente. Una volta che sarà diventato duro, procedere a romperlo con in martello da cucina o frullarlo. Infine trasferirlo in un contenitore ermetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *