Digitale terrestre, nuovo decoder spedito gratis a casa: chi può averlo

Il passaggio al nuovo formato video del digitale terrestre porta alcuni a doversi adeguare. Perciò c’è chi riceverà un moderno decoder senza alcuna spesa.

Digitale terrestre bonus decoder per alcuni
Digitale terrestre bonus decoder per alcuni Foto dal web

Il digitale terrestre sta vivendo un momento di cambiamento molto importante. Il segnale video sta passando dal vecchio standard mpeg-2 al nuovo e più moderno mpeg-4, che garantisce l’alta definizione per tutti i canali.

Questa cosa presuppone però che alcuni si preparino a tale transizione con la necessità di doversi munire con apparecchiature meno datate. Infatti i televisori ed i dispositivi di digitale terrestre vecchi non supporteranno il nuovo formato.

Proprio a questo scopo è in vigore già da alcuni mesi il Bonus Tv, che consente di potere acquistare un televisore od un digitale terrestre per famiglia ottenendo un rimborso di parte della cifra spesa.

Digitale terrestre, un decoder gratis ad alcuni cittadini

Foto dal web

Bonus Tv che tra l’altro rimarrà in vigore anche per l’intero anno 2022, dando comunque tempo a tutti di potersi adeguare con calma. L’affermazione definitiva del nuovo formato del digitale terrestre durerà infatti ancora per altri dodici mesi e ad oggi è solo la Sardegna ad avere portato a compimento le operazioni di transito tecnologico previste.

Proprio a gennaio e fino a primavera toccherà poi alle regioni del Nord Italia. Per quanto riguarda i modelli di televisore non più compatibili, sono quelli del 2018 a non potere più mostrare diversi canali, in particolar modo quelli in hd. Per cui si rende necessario il dovere installare un decoder accanto, se non si vuole o non si può acquistare una tv nuova.

Potrebbe interessarti anche: Bonus genitori separati, fino a 800 euro per le coppie che scoppiano

Grazie a 68 milioni di fondi appositamente messi da parte dal Governo Draghi, i pensionati con almeno 70 anni di età ed una pensione di massimo 20mila euro all’anno riceveranno proprio uno di questi decoder. Il tutto vede anche la partecipazione attiva di Poste Italiane.

Potrebbe interessarti anche: Assegno unico, la misura penalizza alcune famiglie: “Soldi in meno”

Potrebbe interessarti anche: Pensioni gennaio, l’INPS sbaglia: niente aumenti, avremo soldi in meno

Difatti è possibile fare richiesta per ottenere il dispositivo in questione proprio recandosi in un ufficio postale o anche telefonando, per mettersi d’accordo su quando essere reperibili a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *