Formaggi senza lattosio: tutti quelli adatti anche agli intolleranti

Esistono dei formaggi senza lattosio che anche gli intolleranti possono inserire nella loro dieta e forse non lo sapevano. Vediamo quali sono.

pecorino
Formaggio pecorino (da Pixabay)

Gli intolleranti al lattosio tendono ad eliminare tutto quello che ha a che fare con il latte per paura di avere una brutta reazione. È normale pensare di fare così, ma in realtà non è del tutto necessario. Infatti, ci sono formaggi senza lattosio che possono essere inseriti nella dieta di chi è intollerante.

L’intolleranza è un argomento delicato. Ognuno ha soglie di assunzione diverse e questo dipende da come lavora l’intestino. È chiaro che bisogna sempre rivolgersi al proprio medico curante, ma il Ministero della Salute ha fatto una lista con i formaggi “naturalmente privi di lattosio” che magari possono essere testati pian piano da chi ha un’intolleranza.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Quando buttare via il formaggio: alcuni segni sono inequivocabili

Si tratta si formaggi stagionati perchè quelli freschi hanno quantità di lattosio abbastanza importanti e quindi non sono molto indicati. Ma vediamo tutti i dettagli dell’argomento qui di seguito.

Formaggi senza lattosio: anche gli intolleranti possono mangiarli

Formaggio
Formaggio stagionato (Foto di Francesco Paggiaro da Pexels)

Quando su un prodotto compare la scritta “naturalmente privo di lattosio” significa che ha un residuo di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g. Accanto c’è l’indicazione della percentuale di lattosio presente mentre può esserci anche il marchio “Lfree” per indicare che il lattosio non c’è.

Vediamo, dunque, la lista dei formaggi che sono adatti agli intolleranti al lattosio:

  • Asiago
  • Bitto
  • Bra
  • Brie
  • Caciocavallo Silano
  • Cheddar
  • Castelmagno
  • Emmentaler
  • Grana Padano
  • Gorgonzola
  • Fontina
  • Parmigiano Reggiano
  • Montasio
  • Le Gruyére
  • Pecorino (stagionatura oltre ai 4 mesi)
  • Taleggio
  • Provolone
  • Piave
  • Toma piemontese
  • Valtellina casera

La ricerca ha evidenziato che in questi formaggi è presente una quantità ancora inferiore di lattosio rispetto allo 0,1 per 100 g. Quindi, per un intollerante al lattosio non dovrebbero esserci problemi se ama il formaggio e se ne assume un po’ di uno presente in questa lista.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Asiago: il formaggio ricco di vitamine che fa bene alla salute

Ricordiamo che è fondamentale assaggiare pian piano per dare all’organismo modo di abituarsi per evitare qualsiasi rischio. Inoltre, bisogna sempre fare riferimento al proprio medico curante o al proprio nutrizionista. Il fai da te non è mai una buona idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *