Metodi di cottura: quelli che fanno bene e quelli che fanno male

Ci sono alcuni metodi di cottura che fanno bene e alcuni che fanno male, vediamo quali sono e le caratteristiche di ognuno.

cottura
Metodi di cottura (da Pixabay)

Ci sono diversi metodi di cottura. Alcuni di questi vanno bene per alcuni cibi, mentre altri vanno bene per altri alimenti. In linea generale sappiamo molto bene che cosa fa male e che cosa fa bene. Ma avete mai analizzato per bene tutti i metodi che ci sono?

Da quando i cibi si possono cuocere per l’uomo è stato un grandissimo passo avanti. Una buona cottura fa in modo di mantenere e di esaltare le sostanze nutritive che ci sono all’interno di un determinato alimento e aiuta poi nella digestione. Al contrario, un cattivo metodo di cottura andrà a peggiorare la situazione producendo grassi saturi che fanno male alla salute.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Come non far attaccare il cibo alle padelle: due trucchi efficaci

Ma vediamo qui di seguito tutti i metodi che ci sono e proviamo ad analizzarli per capire quali sono positivi e quali negativi per la nostra salute.

Metodi di cottura: migliori e peggiori per la salute

friggere
Friggere (Foto di RODNAE Productions da Pexels)

Ricordatevi che, in generale, se la cottura trattiene le sostanze nutritive e le vitamine nell’alimento è buona per la salute, mentre se aumenta i grassi e brucia gli alimenti, allora è un tipo di cottura molto cattiva per il nostro organismo.

Cottura al vapore

Cuocere le verdure al vapore crea un numero maggiore di antiossidanti rispetto a come sono da crude. Un contatto così delicato con l’acqua, inoltre, permette di trattenere all’interno le vitamine del gruppo B e C.

Cottura lenta

Questo è un metodo che richiede molte ore e la temperatura non va mai oltre i 90 gradi. Adesso ci sono pentole create appositamente per questo lavoro in modo da non dover sempre controllare come sta andando la cottura. I cibi fatti in questo modo diventano morbidi e mantengono tutte le loro proprietà nutritive. Non tutti i cibi sono adatti a questo procedimento: è consigliato per i legumi, la carne, patate e zuppe.

Friggere

La frittura rende qualsiasi cibo molto saporito, ma purtroppo è il metodo di cottura peggiore che ci sia. Rende i cibi grassi e molti studi hanno dimostrato che mangiare con regolarità cibo fritto aumenta le malattie cardiache, il rischio di infarto e di ictus, insomma, porta a conseguenze per la salute molto gravi.

Grigliare

La cottura alla griglia rende il cibo buono, abbassa i grassi e trattiene i nutrienti. Ma non bisogna arrivare al punto di abbrustolire il cibo, perchè a quel punto si sviluppano sostanze cancerogene. Uno studio, però, ha anche dimostrato che la cottura alla griglia è collegata all’ipertensione.

Arrostire

Arrostire amplifica il sapore e aumenta i nutrienti all’interno del cibo. Naturalmente arrostire carne rossa sarà meno salutare di arrostire le verdure con un filo di olio.

Affumicare

Affumicare gli alimenti ha un effetto disastroso per la nostra salute. Diversi studi sono riusciti a trovare una connessione tra i cibi affumicati e il cancro all’intestino. Dunque, non è una scelta saggia.

Frittura ad aria

Questa è la giusta alternativa alla frittura in padella con olio bollente. In questo modo si può friggere in modo sano senza aumentare a dismisura il livello dei grassi nei cibi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *