Glicemia: scoperto un nuovo ormone per controllarla

Uno studio americano ha scoperto un altro modo di controllare la glicemia nel sangue. Si tratta di un ormone diverso dall’insulina.

diabete glicemia
Controllo glicemia (da Pixabay)

La glicemia alta nel sangue è un disturbo molto comune nella popolazione. La glicemia è la quantità di glucosio (zucchero) presente nel sangue e se questo valore è troppo alto può comportare una serie di disturbi e malattie, come il diabete di tipo 1 e 2.

Ciò che nel nostro organismo riesce a regolare i livelli di zuccheri che si producono e che si assumono dal cibo è l’insulina. Si tratta di un ormone che viene prodotto dal pancreas e che blocca la produzione di zuccheri dal fegato e ne permette il passaggio corretto dal sangue ai tessuti. Tuttavia, un nuovo studio ha evidenziato un altra sostanza in grado di controllare gli zuccheri nel sangue.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Glicemia alta: qual è l’effetto di caffè e cioccolato? La risposta

Lo studio è stato svolto in California al Salk Institute for Biological Studies e poi pubblicato su Cell Metabolism ed è molto significativo per la terapia del diabete. Ma vediamo tutti i dettagli qui di seguito nell’articolo.

Glicemia: scoperto un nuovo ormone che può tenerla sotto controllo

Glucometro per controllare i picchi di glicemia
Glucometro per controllare i picchi di glicemia (foto da Pixabay)

I ricercatori della California, guidati da Ronald Evans, hanno scoperto una molecola prodotta nel tessuto adiposo che agisce come l’insulina, ma seguendo meccanismi diversi. Si tratta dell’ormone FGF1 che regola la quantità di glucosio nel sangue inibendo la disgregazione dei grassi. L’aver scoperto un altro ormone può aiutare quelle persone che sono resistenti all’insulina.

Il capo del progetto ha dichiarato che si tratta di una svolta davvero importante per aprire una nuova strada nel campo degli studi delle terapie per contrastare il diabete. Avendo a disposizione un altro ormone sul quale agire, si possono studiare meglio le modalità di distribuzione di energia nell’organismo e sviluppare farmaci mirati per la terapia e la cura più efficaci.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Abbassare la glicemia: cosa mangiare con il pane, un piccolo trucco

Un grande passo in avanti che, naturalmente, ha bisogno di essere ancora indagato e sviluppato, ma di sicuro una nuova speranza per chi soffre di diabete. Con il tempo si potranno avere informazioni più precise a riguardo e, forse, trattamenti più efficaci.

Impostazioni privacy