Candeggina: il suo utilizzo è veramente sicuro? il quesito

Candeggina: il suo utilizzo è veramente sicuro? il quesito che probabilmente, certi dell’efficacia della candeggina, non ci siamo mai posti

candeggina-sicuro
(da pixabay)

La candeggina è sicuramente uno smacchiante assai efficace, anzi molto di più: non solo smacchia, ma igienizza a fondo. Spesso tendiamo a considerarla come universale e la usiamo un po’ per tutto. Senza contare che ormai si trova ovunque: anzi già da tempo, visto che commercialmente è un prodotto abbastanza datato. Sono nuove le nuove profumazioni e i nuovi formati, quello sì, che camuffano l’odore naturale del prodotto che è invece molto forte e spesso sgradevole. Il prezzo sul mercato è davvero irrisorio motivo per cui spesso viene preferita ad altri prodotti.

Ma siamo sicuri sia davvero così “universale” come siamo portati a credere? Il suo uso dovrebbe conoscere dei limiti: non sempre infatti la candeggina è reputabile un prodotto sicuro in casa.

Ti potrebbe interessare anche->Fegato: attenzione alle macchie che compaiono sulla pelle

Candeggina, l’uso è sempre sicuro?

candeggina-sicuro
(da pixabay)

Partiamo dal presupposto che è un agente molto aggressivo, motivo per cui dovrebbe essere evitato su superfici delicate, come il legno e le ceramiche per le quali potrebbe addirittura rivelarsi come corrosiva. Il problema non finisce qui perché la candeggina potrebbe rivelarsi pericolosa addirittura per noi.

Ti potrebbe interessare anche->Acido folico per i capelli: tutti i benefici per la chioma

Il prodotto è altamente tossico e sono tossiche persino le sue esalazioni e i suoi vapori che possono irritare gli occhi e le vie aeree. Si sconsiglia l’uso in cucina, dove solitamente teniamo cose che mangiamo. Ancor più attenzione dev’essere usata se in casa ci sono dei bambini.

Insomma, usare la candeggina può essere vantaggioso perché pulisce a fondo; invitiamo però a valutare anche prodotti, ugualmente vantaggiosi economicamente e in termini di pulizia, che ormai l’industria ha prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *