Pizze light, le migliori da scegliere dopo gli sgarri delle feste natalizie

Le migliori pizze light da mangiare senza sensi di colpa dopo aver inevitabilmente esagerato durante i giorni di festa natalizi

Pizze light
Pizza con verdure (AdobeStock)

“L’Epifania tutte le feste porta via” e così a malincuore abbiamo deciso che ora di mettersi a dieta dopo le abbuffate dei giorni tra Natale e la Befana. È tempo di grandi propositi per il nuovo anno tra cui quello di iniziare a fare i bravi a tavola. Alla pizza però non possiamo proprio rinunciare e quindi andiamo a vedere quali sono le migliori da scegliere per non sentirsi in colpa.

Al giorno d’oggi molte pizzerie hanno optato per offrire ai propri clienti pizze light preparate non solo con l’impasto tradizionale in cui si usa la farina bianca raffinata ma anche con altri tipi. Quelli da prediligere quando si è a dieta e si sta seguendo un regime ipocalorico sono: l’impasto ai 5 cereali, quello integrale o con farine di farro e kamut.

Può capitare però di non avere intenzione di uscire a cena e quindi preparare una pizza con le proprie mani. In questo caso è meglio scegliere di fare un impasto dalla lenta lievitazione, ovvero tra le 24 e le 48 ore. Il motivo risiede nel lievito: quello chimico è sconsigliato perché è meno digeribile. Le pizze preparate con quest’ultimo lievitano velocemente e sono meno digeribili. A risentirne è il nostro stomaco e il girovita.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Digiunare per un giorno intero: cosa accade al nostro organismo

I migliori condimenti delle pizze light

Pizze light
Pizza Margherita (AdobeStock)

Molto spesso i nutrizionisti potrebbero consigliare di optare per una pizza light con un condimento leggero da consumare una volta alla settimana in un regime di dieta ipocalorico. La regina delle pizze è anche una delle più consigliate da mangiare se non si vuole esagerare con le calorie.

Parliamo naturalmente della Pizza Margherita, che di norma ha per ogni 100 grammi soltanto 270 calorie. Se invece decidiamo di rinunciare alla mozzarella e aggiungiamo le verdure avremo soltanto 240 calorie. Un altro classico in tema di pizze è la Marinara: olio, pomodoro, origano e basilico per un apporto calorico di 220 calorie sempre ogni 100 grammi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Bianco o rosso: qual è il vino che nuoce di più alla salute

In linea di massima è meglio evitare di guarnire la nostra pizza con panna, salumi, carne, formaggi stagionati, ortaggi sott’olio e verdure fritte. L’ultima alternativa potrebbe essere di unire il gusto dei funghi alle verdure grigliate per una pizza bianca senza pomodoro che contiene 300 calorie ogni 100 grammi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd