Proteggere e curare le piante: si può fare anche con candeggina e latte

Per proteggere e curare le vostre piante potete usare la candeggina e il latte scaduto, lo sapevate? Vediamo in che modo.

piante
Piante (da Pixabay)

Se amate circondarvi di piante a casa e in giardino sarete sempre ben informati sulle loro caratteristiche e su che cosa fare in particolare per prendersene cura. Ogni pianta è diversa, quindi, ha bisogno di particolari attenzioni che prevedono acqua, nutrimento, terreno, fertilizzante, luce e protezione.

Le piante hanno un loro ciclo di fioritura e poi un periodo di riposo vegetativo in cui sono in pausa ma si stanno preparando per i fiori nuovi. Anche in quel periodo bisogna tenere molto alta l’attenzione verso di loro. Conoscete veramente tutti i trucchi per proteggerle e per curarle nel modo giusto?

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Piante resistenti e rigogliose anche in inverno? Il caffè è la soluzione

Pensate che potete usare anche la candeggina e il latte scaduto. Se vi sembra strano continuate a leggere per vedere in che modo poter usare questi due prodotti sulle vostre piantine.

Proteggere e curare le piante: come farlo usando candeggina e latte scaduto

come innaffiare piante
Piante (Pixabay)

La candeggina non va assolutamente usata nelle piante che avete in giardino, può essere molto dannosa nel caso si formi acqua stagnante. Nelle piantine da appartamento o che tenete sul balcone, invece, potrebbe tornare molto utile. Se le piante sono venute a contatto con un brusco innalzamento di temperatura, lo sbalzo potrebbe provocare batteri e muffe. Basterà aggiungere un cucchiaino di candeggina nell’acqua che usate per annaffiarle per proteggerle per settimane.

Anche nel caso di un rinvaso, la candeggina potrebbe tornarvi utile. Pulite per bene il nuovo vaso che deve accogliere la pianta con candeggina e acqua e poi sciacquare molto bene può essere utile. Ma forse non sapevate di poter usare anche il latte scaduto. Se avete in frigo il prodotto appena scaduto, potete usarlo come nutrimento per una pianta che avete appena preso e messo nel vaso.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Piante aromatiche: come moltiplicarle in modo sicuro e senza danneggiarle

Il latte scaduto è comunque ricco di calcio, minerali e vitamine utilissime alla crescita della pianta. Quindi, diluitelo con l’acqua e alimentate il suo terriccio. Questo sarà un toccasana per mantenere le foglie in buono stato per lungo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *