Dentifricio: un ingrediente può danneggiare l’intestino

C’è un ingrediente nel dentifricio che può seriamente danneggiare l’intestino. Ecco gli ultimi studi e le ultime notizie in proposito.

dentifricio
Dentifricio (da Pixabay)

Avete mai guardato la lista degli ingredienti sulla scatola del vostro dentifricio? Dovreste farlo, perchè probabilmente c’è un ingrediente comune che si usa in questo tipo di prodotto che è tossico e che può danneggiare seriamente l’intestino.

Si tratta del triclosan, un elemento derivato triclorurato del fenolo. La sua struttura chimica è simile a quella della diossina (a cui appartengono composti cancerogeni). Proprio per questo motivo gli studiosi hanno indagato sulle proprietà di questo elemento e ne hanno scoperto la tossicità. In molti Paesi il triclosan è stato bandito. Dal 2016, ad esempio, negli Stati Uniti non si può più utilizzare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Il dentifricio non lava solo i denti, si usa anche sulle le mani

Tuttavia, recenti ricerche hanno individuato ancora quell’ingrediente nei dentifrici. Lo ha dichiarato la Food and Drug Administration (FDA). Ma vediamo qui di seguito tutta la storia di questo elemento chimico, le sue proprietà e perchè è pericoloso.

Dentifricio: il triclosan contenuto al suo interno è dannoso per l’intestino

dentifricio
(Foto Pixabay)

FDA ha riepilogato recentemente la storia di questo ingrediente. Nel 1997 gli studi condotti sul dentifricio Colgate avevano stabilito che il tricolsan (o triclosano) aiutava a prevenire la gengivite. Tuttavia, poi non sono state fatte ulteriori ricerche, se non sugli animali. E in questo caso sono emersi degli effetti negativi. Uno di questi è la diminuzione degli ormoni tiroidei.

Uno studio del 2017 ha poi evidenziato che il triclosan è in grado di rimanere sulla spazzolino per i denti per settimane. Insomma, si tratta di un prodotto che prima o poi, raggiunge l’organismo e non rimane solamente sui denti. Ma anche in questo caso non sono stati rilevati grandi problemi per la salute. Nel 2018, però, alcuni studi pubblicati su riviste scientifiche hanno evidenziato effetti negativi sull’intestino.

Un nuovo studio condotto sui topi ha evidenziato che questo prodotto effettivamente crea infiammazione nell’intestino. Tuttavia, sono stati individuati anche gli elementi del triclosan che provocano questa infiammazione e quindi si può agire. Si può agire anche per contrastare le malattie gastrointestinali dal momento che si sa che il triclosan produce determinati effetti negativi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Dentifricio come rimedio “fai da te” per le ustioni: perché è da evitare

Nel dubbio e in attesa di altri elementi tecnici, potete comunque controllare la lista degli ingredienti non solo del vostro dentifricio ma anche di prodotti cosmetici che usate abitualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd