Usare il forno consuma troppo? Tutti i segreti per risparmiare

I consigli e i trucchi per risparmiare sulla bolletta della luce senza rinunciare a usare il forno come e quando desideriamo 

Usare forno risparmiare
Pollo al forno con patate (AdobeStock)

Torte, dolci, pasta, pizza e anche qualcosa di leggero come verdure, pesce o carne bianca, praticamente tutto può essere cotto al forno. C’è chi cucina molte pietanze con l’ausilio di questo piccolo grande elettrodomestico che trasforma un panino in qualcosa di divino. La fattura dell’energia elettrica però ne risentirà di sicuro e oltre al polpettone con patate di salato ci sarà anche la bolletta.

Per risparmiare ci sono alcuni trucchetti infallibili da mettere in pratica se ci piace usare questo elettrodomestico e non vogliamo rinunciare al sapore delle pietanze cotte con esso. In media il forno usato anche solo pochi minuti al giorno consuma ben 173 kWh all’anno. Non male per un utilizzo soltanto moderato, figuriamoci se l’uso è maggiore.

A farne le spese sono i bilanci delle famiglie che devono fare i conti non solo con la bolletta della luce ma anche con tutto il resto. Con alcuni semplici accorgimenti si può far un uso più attento del forno senza rinunciare alla bontà di tutte le pietanze che volete.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Lo smalto perfetto per tutti i tipi di unghie: lunghe o corte

Semplici trucchetti per usare il forno e risparmiare

Usare forno risparmiare
Forno (AdobeStock)

Il primo utile trucchetto riguarda il preriscaldamento del forno. Molte ricette prevedono che l’ elettrodomestico sia preriscaldato, quindi la maggior parte delle persone lo accende e magari se ne dimentica per accorgersene quando il piatto è pronto per essere infornato.

Cercate di prestare attenzione a quando la luce si spegne oppure calcolate quanto tempo più o meno impiega per riscaldarsi e mettete una sveglia. Saranno minuti preziosi che si andranno a sommare al vostro risparmio totale in bolletta.

Per preriscaldare il forno solo una volta preparate le pietanze contemporaneamente, scegliendo magari un giorno per farlo. Capita infatti di fare la pizza il sabato sera e la domenica mattina la pasta con il pomodoro e così preriscaldare due volte il forno a distanza di nemmeno 12 ore. Se cuociamo tutto in un giorno eviteremo altri sprechi di energia elettrica.

Se siamo delle provette cuoche o ce la caviamo bene in cucina allora possiamo calcolare il tempo di preparazione e cottura delle nostre ricette così da inserire nel forno più pietanze alla volta senza dover aprire lo sportello per tirar fuori una prima altra. Anche questo accorgimento sarà una manna dal cielo per le nostre tasche.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Doccia o bagno caldo: cosa succede se passiamo troppo tempo in acqua

Cerchiamo di non aprire il forno continuamente. I dolci perderebbero la loro consistenza e inoltre, per qualsiasi tipo di alimento, ci sarebbe una dispersione di calore nell’ambiente. Questo comporta un incremento del tempo di cottura che va allungandosi e quindi incide anche sul risparmio energetico.

Infine evitiamo di usare l’alluminio. A meno che non stiamo cucinando il pesce al cartoccio scegliamo di optare per la carta forno. Il primo materiale è dannoso per la nostra salute e inoltre non consente all’aria del forno di girare correttamente soprattutto in preparazioni con forno ventilato. Tutti questi sono semplici ma preziosi trucchetti che insieme ci aiutano a risparmiare notevolmente sulla bolletta elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *