Come prevenire e contrastare l’osteoporosi nelle giovani donne

L’osteoporosi è una malattia difficile da curare e in alcuni casi, soprattutto nelle donne, può sfociare in età giovanile: ecco come prevenire e contrastare.

prevenire contrastare osteoporosi
Dolore schiena (Unsplash)

L’osteoporosi è una malattia che colpisce le ossa, le deteriora e le indebolisce. Questa patologia colpisce maggiormente le donne (4 volte in più di probabilità), per questo articolo vedremo come prevenire e contrastare la malattia nelle donne, in particolare quelle in età giovanile. Infatti questa patologia, solitamente colpisce le donne anziane e può essere una conseguenza di malattie croniche sofferte in gioventù. Il fatto che l’incidenza dell’osteoporosi sia in crescita, è un dato preoccupante.

È una malattia devastante che condiziona drasticamente la qualità della vita, in quanto le ossa si frantumano più facilmente e questo senza che la causa scatenante sia una caduta. Esse si frantumano perché non sopportano più il peso corporeo. Per contrastare l’insorgenza dell’osteoporosi, ci sono alcuni accorgimenti che si possono tenere in giovane età.

Ti potrebbe interessare anche >>> Osteoporosi: alimenti da non abbinare per la corretta assunzione di calcio

Prevenire e contrastare l’insorgenza dell’osteoporosi

prevenire contrastare osteoporosi
Latte (Unsplash)

Quando si è giovani, difficilmente si pensa a fare qualcosa per prevenire che accada in futuro. Parlando del cibo, sia donne che uomini, non si preoccupano più di tanto di quello che ingeriscono, andando quindi a mangiare più “schifezze” che nutrienti. È proprio la mancanza dei nutrienti (il calcio in particolare) assunti in età giovanile il problema dell’insorgenza di svariate malattie, tra cui proprio l’osteoporosi. Una ricerca fatta su studentesse universitarie statunitensi, ha dedotto che le ragazze assumevano il 30% del fabbisogno giornaliero.

Ti potrebbe interessare anche >>> Come difendersi dall’osteoporosi: una bevanda può aiutare

Poiché le giovani donne aggiungono massa ossea fino a circa 18 anni, rende importante l’assunzione di calcio in giovane età. Infatti poi le cose vanno a peggiorare con l’invecchiamento, perché si ingeriscono le stesse cose ma in meno quantità. Ciò significa che, anche se il fabbisogno di calcio aumenta con l’età, l’assunzione diminuisce. Inoltre, gli estrogeni hanno un ruolo importante. Aiutano a proteggere la densità ossea nelle donne fino all’arrivo della menopausa. Questo è un altro motivo per caricare le ossa con calcio all’inizio della vita, poiché più calcio hai immagazzinato nelle ossa, minore sarà l’impatto che perderà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.