Cancro all’intestino: fattori di rischio e sintomi della malattia

Vediamo che cos’è, quali sono i fattori di rischio del cancro all’intestino e i sintomi che può dare questa grave malattia.

intestino
Intestino (da Pixabay)

La neoplasia (nuova formazione, dal greco) o tumore (rigonfiamento, dal latino) è una massa di tessuto che cresce nell’organismo in modo incontrollato. Questa massa può essere circoscritta e benigna oppure maligna con la capacità di diffondersi in qualsiasi parte del corpo e in qualsiasi altro organo rispetto a dove ha avuto origine. In questo caso prende il nome di cancro.

Una delle forme più diffuse di cancro, che è una delle maggiori cause di morte nella popolazione, è il cancro all’intestino. Questa malattia inizia nell’intestino crasso per poi prendere anche il color e il retto. L’inizio della malattia è nella formazione di polipi intestinali, ma non tutte queste formazioni sono pericolose o maligne. In ogni caso è sempre opportuno trovarle e toglierle il prima possibile.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cancro ai polmoni: alcuni alimenti possono favorirne lo sviluppo

Vediamo qui di seguito il tasso di sopravvivenza a questa malattia, i fattori di rischio e i sintomi che si possono avvertire nel caso sia presente nell’organismo.

Cancro all’intestino: fattori di rischio e sintomi

morbo di crohn sintomo
Intestino (AdobeStock)

In questo caso è molto importante la prevenzione. Pensate che nel Regno Unito sono state fatte numerose battaglie affinchè l’età dei controlli obbligatori e possibili per questa malattia scendesse da 60 a 50 anni. La battaglia è stata vinta e l’iniziativa approvata dal governo inglese. In questo modo moltissime persone hanno visto salva la vita.

Infatti, la sopravvivenza a questo tipo di cancro dipende unicamente da quando viene diagnosticata. Se viene diagnosticata all’inizio, nella prima fase, 9 persone su 10 vivranno più di 5 anni. Mentre se viene diagnosticata allo stadio 4, purtroppo sopravvive meno di una persona su 10.

Ci sono dei fattori di rischio che possono rendere le persone consapevoli di poter andare incontro a questa malattia e sono i seguenti:

  • L’età (più di 50 anni)
  • Familiarità con la malattia
  • Polipi nell’intestino
  • Diabete
  • Fumare
  • Obesità
  • Malattie intestinali croniche come la colite ulcerosa o il morbo di Chron

Mentre i sintomi che possono manifestarsi sono:

  • Cambiamento delle abitudini intestinali
  • Sangue nelle feci
  • Perdita di peso
  • Stanchezza
  • Sensazione di gonfiore
  • Dolore alla pancia e all’addome

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cancro al colon: le bevande da evitare per ridurre il rischio

Se si notano cambiamenti nelle abitudini intestinali o alcuni di questi sintomi bisogna informare immediatamente il medico curante che provvederà a tutti gli accertamenti del caso.

Impostazioni privacy