Alimenti che provocano infiammazione: caffè, alcol, zucchero e latticini da evitare

Esistono degli alimenti che potrebbero causare un processo di infiammazione come: alcol, caffè, zucchero e latticini da evitare per i soggetti più sensibili. Il motivo.

Cibi infiammatori
Disturbo di stomaco (Adobe Stock)

Vi è mai capitato di consumare del caffè o dei cibi ad alto contenuto di zucchero e poi spegnervi improvvisamente? Esistono degli alimenti in grado di alterare le funzioni vitali dell’individuo provocando un’infiammazione. Alcol, caffè, zucchero e latticini sono alcuni di questi. Vediamo perché.

Alimenti che causano infiammazione: la lista dei cibi da evitare

Soprattutto quando si parla di digestione, molti di noi sono più sensibili ad alcuni cibi come: alcol, zuccheri, latticini e caffè. Si tratta di alimenti che potrebbero causare un principio di infiammazione in alcuni soggetti, i quali manifestano sintomi come spossatezza e stanchezza dopo averli consumati.

Alimenti che contribuiscono ad alimentare i processi infiammatori
Zollette di zucchero (Foto Pexels)

Questo è dovuto inoltre al classico effetto “up and down” di bevande zuccherate o a base di caffeina che, in un primo momento, donano energia mentre dopo un certo lasso di tempo causano un maggiore senso di fiacchezza.

Proprio in virtù di questo effetto, alcol, zuccheri e caffeina potrebbero causare dipendenza e disturbi digestivi e alimentari di vario genere. E’ come se l’organismo, durante il processo digestivo di questi cibi, andasse in sovraccarico dovendo fronteggiare un’infiammazione in corso.

Ciò dipende principalmente da 3 fattori: età del soggetto, velocità della digestione, livello di salute dei batteri intestinali. Ma vediamo il motivo per cui alcol, zuccheri, caffè e latticini sono considerati i principali responsabili di infiammazioni.

Potrebbe interessarti anche: Gli effetti indesiderati del vino sulla pelle: quali sono e come trattarli

1) Caffè

La caffeina non provoca direttamente un processo infiammatorio. Si tratta infatti di capire se l’organismo è in grado di metabolizzare, in maniera efficace, il contenuto del caffè. Quasi il 90% della popolazione manifesta una mutazione sul gene CYP1A2. Questa mutazione impedisce al gene di creare l’enzima necessario per metabolizzare correttamente la caffeina, provocando disturbi nel metabolismo e infiammazioni.

2) Alcol

L’alcol causa processi infiammatori su due livelli: il primo è causato dall’alto contenuto di zuccheri al suo interno, mentre il secondo dal sovraccarico del fegato nel momento in cui deve metabolizzare l’alcol. Anche i pesticidi e le sostanze chimiche usate nel processo di creazione dell’alcol possono creare infiammazione.

I cibi maggiormente infiammatori
Tre donne che brindano con dei cocktail (Foto Pexels)

Potrebbe interessarti anche: Gli effetti dell’alimentazione sul viso: zucchero, latte, glutine e alcol

3) Zucchero

Lo zucchero ha un effetto diretto sui processi infiammatori in quanto disturba i livelli di glucosio nel sangue, i livelli di insulina e i livelli di A1C e di omocisteina: tutti elementi che portano direttamente all’infiammazione.

4) Latticini

Anche se i latticini contengono moltissimi benefici, alcune persone sono più sensibili a questo alimento. I latticini di mucca che contengono proteine di caseina A1 creano lacerazioni microscopiche nel rivestimento dell’intestino tenue, il che, nel tempo, comporta delle perdite nell’intestino.

In questo modo, il sistema immunitario si attiva per affrontare questo problema, creando una risposta autoimmune. Questo potrebbe manifestarsi inizialmente attraverso una sensibilità o intolleranza alimentare, ma con il tempo potrebbe portare a problemi di salute più gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd