Rischio di obesità nei bambini: aumenta con una colazione scorretta

Molti bambini non fanno colazione come dovrebbero oppure la saltano del tutto, complici il ritardo e i capricci, eppure questa cattiva abitudine a lungo andare può aumentare il rischio di obesità.

possibilità sovrappeso giovani
Bambina che fa colazione (Pixabay)

La mattina, quando ti svegli, sei consapevole che ti aspetterà una dura battaglia. Questa consiste nel far arrivare tuo figlio a scuola puntuale. Un’impresa è ancora più ardua se hai più bambini e devi incastrare i tempi e gli orari di tutti.

Se ce l’hai fatta puoi tirare un sospiro di sollievo. Ma hai per caso dovuto sacrificare qualcosa? Molto spesso, infatti, il ritardo e la fretta fanno sì che la colazione venga del tutto trascurata. Considerata di secondaria importanza rispetto alla puntualità.

Questo è un grave errore. Una colazione fatta in maniera scorretta, o saltata a piè pari, può avere degli effetti negativi sulla salute dei vostri figli, aumentando il rischio di obesità. Vediamo insieme perché.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Colazione con i datteri, ne basta una manciata per avere tanti benefici

Una colazione scorretta può influire sui rischio di obesità nei bambini

pericolo adiposità ragazzini
Bambini che fanno colazione (Pexels)

La colazione è da sempre considerato il pasto più importante, proprio perché da esso dipende l’equilibrio nutrizionale dell’intera giornata. Questo vale a maggior ragione per i più piccoli, il cui organismo, essendo in fase di crescita, ha bisogno di quantità maggiori di nutrienti ed energia. La colazione in questi casi è importante non solo per far fronte alle attività che scandiscono la giornata, ma soprattutto per costruire nuovi tessuti e cellule.

Secondo uno studio effettuato in Spagna e promosso dall’Istituto Danone, è stato inoltre rilevato che i bambini che saltano la colazione svilupperanno un rischio di sovrappeso e obesità che è maggiore del 43% rispetto ai loro coetanei che invece la fanno regolarmente. Partendo da questa considerazione, è necessario sensibilizzare grandi e piccini sull’importanza di questo pasto. Anche perché l’obesità infantile è una patologia che si sta diffondendo sempre più.

Secondo i dati diffusi dal Congresso europeo sull’obesità di Glasgow, negli ultimi 40 anni i bambini e adolescenti obesi nel mondo sono aumentati di dieci volte. C’è poi un 50% degli adolescenti obesi che rischia di rimanerlo anche in età adulta. Si tratta di un problema molto diffuso anche nel nostro Paese, dove 2 bambini su 10 sono in sovrappeso e 1 su 10 è obeso, con una maggiore incidenza nel Centro Sud.

Ma da cosa deriva questa relazione tra cattiva colazione e rischio di obesità? Dal fatto che una colazione trascurata o male consumata porta ad aumentare le calorie durante il pranzo e la cena. Lo ha rivelato uno studio dell’Università di Porto.
I ricercatori hanno esaminato 1961 bambini dai 3 ai 7 anni e i loro diari alimentari. Dallo studio è emerso che pranzi e cene più calorici hanno avuto influito sul peso dei bambini ben 3 anni dopo. Per la precisione, un maggiore apporto calorico a pranzo aumenta nel bambino il rischio di sovrappeso, o di sviluppare l’obesità, del 17%.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Colazione per la festa della mamma: le idee per coinvolgere anche i bambini

In conclusione, secondo Russell Viner, presidente del Royal College of Paediatrics and Child Health: “L’organizzazione dei pasti, il bilanciamento delle calorie, che devono essere distribuite bene durante l’arco della giornata, è un passo fondamentale per prevenire il sovrappeso”.

Impostazioni privacy