I Carboidrati a cena fanno ingrassare? L’ISS risponde

I Carboidrati a cena fanno male? Tra credenze e falsi miti, nelle ore serali, si è sempre data la precedenza alle proteine. Ma, è un errore, vediamo perché

pasta a cena fa male
Piatto di pasta (Pixabay)

Quante volte ci siamo sentiti dire che la pasta a cena non sia una buona idea? Ora perché resteremmo appesantiti e potremmo avere cattive sorprese durante la notte, come insonnia o cattiva digestione, ora perché ci riserveremmo, maggiori probabilità di ingrassare. Si pensa, infatti che tutto ciò che ingeriamo durante la giornata, sia più facile da smaltire e che invece, le calorie assunte durante la cena, non possano essere bruciate per via dell’imminente riposo e dell’assenza di movimento.

Nonostante nei presupposti precedenti, ci sia un fondo di verità, in quanto è vero che le calorie assunte durante le ore diurne siano più facili da smaltire, bisogna tenere in considerazione però, che esse sono necessarie per fornire energia al nostro organismo sia di giorno che di notte. Non bisogna infatti avere paura di mangiare pasta o pane durante la cena, essi sono elementi necessari per il nostro sostentamento energetico basilare. Tutti i macronutrienti, infatti sono indispensabili, in virtù di un corretto ed equilibrato regime alimentare.

Potrebbe interessarti anche >>> Mangiare i carboidrati nel modo giusto dicendo addio ai chili di troppo

I carboidrati a cena fanno ingrassare? sfatiamo il mito

pasta a cena condimenti
Cucina mediterranea (Pixabay)

È da ricordare che non c’è mai nessun alimento che preso singolarmente faccia bene o male, ingrassare o fa dimagrire. Dipende sempre dall’uso che ne facciamo. E’ oltretutto, il quadro complessivo della nostra alimentazione, ciò che va considerato. Anzi i carboidrati a cena vanno consumati. Infatti, il 55-60% delle calorie che dobbiamo assumere devono provenire da questa classe di nutrienti e devono essere ben distribuiti nell’arco della giornata. Il 10-15%, invece, dovrebbe provenire dalle proteine, il 25-30% dai grassi.

L’unica cosa a cui bisogna fare attenzione sono le quantità. Senza esagerare o abbondare, sia con i condimenti che con il carboidrato stesso, potremmo favorire il nostro senso di appagamento e sazietà e stimolare sonno e buon umore.

Potrebbe interessarti anche >>> Eliminare i carboidrati: i possibili effetti collaterali

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, infatti, l’idea di dover abolire la pasta a cena “è una convinzione errata. Non conta infatti in che momento della giornata si mangino carboidrati, ma piuttosto quanti se ne introducono quotidianamente e di quante calorie totali si compone la nostra dieta. Per un’alimentazione equilibrata, è sicuramente importante non mangiarne più del dovuto e stare attenti a consumarli in porzioni adeguate al proprio fisico, all’età e all’attività fisica svolta. È bene, inoltre, avere degli accorgimenti, per esempio evitare condimenti elaborati per i primi piatti, quindi più ricchi di grassi e difficili da digerire. Tuttavia, la convinzione che i carboidrati debbano essere esclusi dalla dieta, o che sia meglio assumerli durante il giorno e non la sera, è priva di fondamenta”. (Elisabetta Prunas)

Impostazioni privacy