Trauma cranico: come riconoscere i segni di una lesione cerebrale

Può capitare di avere un incidente e di sbattere la testa, bisogna monitorare la situazione e riconoscere i segni di un trauma cranico in modo da agire tempestivamente.

trauma cranico sintomi
Ragazza affranta e dolorante (Unsplash)

Può capitare di avere un incidente e di sbattere la testa, bisogna monitorare la situazione e riconoscere i segni di un trauma cranico in modo da agire tempestivamente. Un ricovero tempestivo può salvare la vita, specialmente a seguito di un colpo alla testa. La testa ovviamente è una delle zone più delicate del corpo umano, nonché centro di controllo di ogni funzione. Individuare una lesione più o meno grave può essere di aiuto in casi di emergenza.

Ci sono colpi che non richiedono interventi ospedalieri, quindi facilmente curabili in casa, e altri, ben più gravi, che hanno bisogno di ricovero urgente. Una lesione cerebrale è un trauma che interrompe la funzione del cervello. Il tipo di lesione più comune è la cosiddetta commozione cerebrale, ossia una botta in testa dovuta a seguito di un incidente. Come riconoscerla?

Potrebbe interessarti anche → Infezione alle vie urinarie: come combatterla con un’erba comune

I segni di un trauma cranico, quando farsi ricoverare

Segnali lesione cerebrale
Uomo con vertigini (Unsplash)

I sintomi di un trauma cranico sono tanti e dati da numerosi fattori. Alcune volte, ci vogliono anche giorni perché un sintomo si riveli. Per evitare di agire troppo tardi, è opportuno riconoscere i sintomi, anche quelli più lievi, di un trauma. Tra le lesioni al cervello c’è indubbiamente un senso di confusione e di mente annebbiata. Ciò richiede cure immediate.

Ma, talvolta, la confusione mentale è anticipata da altri sintomi, più subdoli. Tra i sintomi che possiamo notare a seguito di un colpo al capo troviamo:

  • Svenimento
  • Vomito
  • Convulsioni
  • Confusione
  • Agitazione
  • Difficoltà ad articolare parole
  • Difficoltà motorie
  • Debolezza
  • Intorpidimento
  • Mal di testa
  • Annebbiamento della vista
  • Cambiamenti repentini di umore

Naturalmente, i sintomi di lesione negli adulti sono più facilmente riscontrabili. Quando invece a subire un trauma è un bambino piccolo, magari neonato, bisogna fare maggiore attenzione al suo comportamento. Se il bambino non smette piangere, o si rifiuta di mangiare e di bere, o ancora se presenta rigonfiamenti, bisogna preoccuparsi e ricorrere a un ricovero immediato. Ma non sono da sottovalutare anche altri segnali, come ad esempio lividi, sbalzi di umore, vomito continuo nell’arco della giornata.

Potrebbe interessarti anche → Mal di testa: un rimedio alternativo naturale e molto efficace

Le ferite e i colpi sulla testa devono essere monitorati con attenzione, quando accadono, in modo da evitare drammatiche conseguenze. Meglio ancora se i traumi si prevengono utilizzando le strumentazioni e le protezioni adatte, come nel caso di particolari lavori. Eliminare o diminuire eventuali rischi è sempre la mossa corretta da fare. Certo, non sempre possiamo avere il controllo, incidenti e cadute possono sempre succedere e nel modo più inaspettato. La maggior parte delle volte, fortunatamente, sono di lievi entità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *