Ortensia rigogliosa, le semplici mosse per avere tantissimi fiori colorati

L’ortensia è una delle piante più belle in assoluto, eccezionale per ornare terrazzi e giardini: le semplici mosse da attuare per averla rigogliosa e piena di fiori colorati.

ortensia rigogliosa consigli
Ortensie blu viola (Unsplash)

L’ortensia è una delle piante più belle in assoluto, eccezionale per ornare terrazzi e giardini: le semplici mosse da attuare per averla rigogliosa e piena di fiori colorati. In primavera le ortensie esprimono la loro massima bellezza, fiorendo in un trionfo di colore e di profumo. Per farle stare in salute e averle belle piene e vivide, però, occorre seguire alcuni consigli, incoraggiandone la fioritura per tutta la stagione.

I passi da seguire sono pochi e piccoli, ma in grado di dare risultati efficaci e di far fiorire l’ortensia in modo naturale, veloce ed eccezionale. La prima accortezza che bisogna prendere è relativa al terreno. Essendo una pianta acidofila, ovviamente bisogna coltivare l’ortensia in un terreo abbastanza acido, con un pH compreso tra 4 e 6,5. Il pH del terriccio va in base alla varietà di ortensia scelta.

Potrebbe interessarti anche → Come far crescere bene le piante: come acidificare il terreno con il caffè

Tanti fiori colorati, come stimolare l’ortensia nella fioritura

coltivazione ortensia consigli
Giardino pieno di ortensie (Unsplash)

Per rendere il terreno adatto per una pianta acidofila si fertilizza con appositi prodotti, ricchi di zolfo, di ferro o di ammoniaca. Basta rispettare il dosaggio. Oltre al terreno idoneo, questa pianta ha bisogno di una luce particolare. L’ortensia ama il sole, ma allo stesso tempo deve essere protetta dai raggi diretti, specialmente durante le estati afose. Per questo motivo, bisogna posizionare la pianta in zone che godono di un pochino di ombra.

Se questo non è possibile, basta attrezzarsi con teli e coperture per fare ombra. L’ortensia, inoltre, gode del sole mattutino, quindi è un’ottima abitudine esporla nelle prime ore del giorno e farle prendere luce. Questa, se esposta alle prime ore di sole, si carica di energia per far risplendere i suoi colori brillanti. Risplenderà una volta riposta all’ombra, senza rischiare di bruciarsi al sole diretto.

stimolare fioritura ortensia
Prato di ortensie (Unsplash)

Le irrigazioni devono essere abbondanti e regolari, ma senza ristagni di acqua. Il fatto di annaffiare spesso, però, priva il terriccio dei suoi nutrienti. Perciò, questo deve essere concimato spesso, una volta al mese. Basta realizzare un compost efficace e ricco di proprietà, come ad esempio riciclando frutta e verdura. Frutta e verdura sono ricche di vitamine e di minerali, essenziali per il benessere dell’ortensia. Un ottimo metodo per concimare il terreno è la macerazione dell’ortica. Come si fa?

È semplice, basta raccogliere l’ortica, lasciarla ammollo in un barattolo chiuso, e attendere una ventina di giorni. Trascorsi i venti giorni, filtriamo l’acqua, che ha assorbito le proprietà dell’ortica, e annaffiamo la pianta. Altra accortezza: non praticare troppe potature. Le potature dell’ortensia si effettuano nel mese di febbraio, prima del risveglio primaverile. Si devono tagliare solo i rametti e fiori secchi e che non daranno gemme da fioritura. Inoltre, le forbici da utilizzare devono essere sempre sterilizzate, in modo da evitare la trasmissione di malattie fungine.

Potrebbe interessarti anche → Afidi e insetti sulle piante: l’olio indicato per scacciarli

Con queste piccole accortezze, in poche mosse, garantiamo alla nostra ortensia una fioritura rigogliosa. E per mantenere vividi e accesi i colori dei petali? Innanzitutto, la colorazione dipende dall’acidità del terreno, più il terreno è acido e più i fiori avranno colore scuro. Per scurire i petali, basta lasciare nel terreno dei pezzi di ferro arrugginiti. Il ferro, ossidandosi, renderà la pianta più scura, ma per fare questo occorrerà molto tempo. Queste sono alcune piccole mosse da effettuare per una buona coltivazione dell’ortensia. Colorate casa con questa pianta meravigliosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *