Tumore della pelle: i diversi tipi e come riconoscerli

Ci sono diversi tipi di tumore della pelle, vediamo quali sono, come riconoscerli, insomma, tutte le caratteristiche di questa condizione.

salute della pelle
Pelle del viso (Pexels)

La pelle è l’organo più grande che abbiamo. Se pensiamo ai nostri organi, pensiamo all’interno del nostro corpo, quindi fegato, cuore, polmoni, ecc.. Ma spesso ci dimentichiamo che quello più esteso e più visibile è proprio la nostra pelle. Anche questa, dunque, ha bisogno di essere protetta, di essere curata con la stessa attenzione con cui ci prendiamo cura del nostro organismo.

La pelle ha una funzione protettiva da tutto ciò che arriva dall’esterno, ha il compito di formare la vitamina D, di mantenere costante la nostra temperatura corporea. Per questo motivo dobbiamo prendercene cura perchè anche la pelle è soggetta a diverse malattie. La più grave è il tumore. Anche qui ci sono moltissime cellule e, dunque, anche qui questa terribile malattia può avere origine.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pelle sempre arrossata, cause e rimedi per questo problema

Vediamo, dunque, tutte le caratteristiche specifiche dell’organo più esteso del nostro organismo. Inoltre, cerchiamo di capire quali sono le forme tumorali che possono colpirci e come poterle riconoscere.

Tumore della pelle: riconoscere i diversi tipi di malattia

Pelle rossa fastidi
Pelle rossa (Adobe Stock)

Lo strato più interno della pelle si chiama tessuto sottocutaneo, poi abbiamo il derma e infine, lo strato più esterno, ovvero l’epidermide. In questo strato superficiale ci sono due tipi di cellule: i melanociti e i cheratinociti. Questi ultimi nascono nello strato più profondo, risalgono e dopo circa 1 mese e mezzo scompaiono. Questo è il loro ciclo continuo. I melanociti, invece, stanno sempre in superficie e hanno una serie di funzioni.

I melanociti sono quelli che ci proteggono dalla luce del sole e che producono la melanina, quei pigmenti rossi, bruni e neri che compaiono sulla pelle. Infatti, il termine deriva dal greco “melas” che significa “nero”. Sono proprio i raggi del sole che provocano i tumori alla pelle. I raggi ultravioletti possono danneggiare lo strato dell’epidermide e provocare una produzione incontrollata di cellule maligne.

Dunque, i tumori che possono nascere sono questi: carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose e melanoma. I primi due sono quelli più diffusi. Ma come riconoscerli? Ci sono diverse forme che possono apparire sulla pelle che a prima vista possono sembrare innocue e invece si tratta di un tumore.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cura le infiammazioni cutanee e proteggi la pelle con l’ossido di zinco

Tra questi segni ci possono essere ferite piccole e aperte, ci sono i nei con colori e forma particolare, poi ci sono delle semplicissime e piccole macchie rosa. Il loro aspetto non dà preoccupazione, soprattutto a chi ha molti nei in tutto il corpo. Tuttavia, bisogna prestare molta attenzione alla forma, al colore, alla presenza di prurito, al cambiamento del segno. L’ideale è andare ad un controllo regolarmente in modo da esaminare tutta la pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *