Come l’alcol incide sul cervello: lo può rimpicciolire

Uno studio ha scoperto che l’alcol ha influenze negative sul cervello arrivando addirittura a rimpicciolirlo, ma ecco tutti i dettagli.

alcol conseguenze
Uomo con bottiglia vuota (Pixabay)

Da molti anni si sta cercando di fare luce su un disturbo di salute molto diffuso ma ancora molto misterioso. Si tratta della degenerazione cognitiva che avviene con l’anzianità, ma che può accadere anche a persone giovani. Le funzioni cerebrali subiscono un deterioramento molto veloce e non si può fare nulla per arrestarlo o per guarire questa condizione.

Gli studiosi hanno cercato di individuare le cause, le conseguenze, i trattamenti e si sono concentrati spesso sull’effetto che l’alimentazione ha sul cervello. In questo modo si possono individuare cibi e bevande da evitare oppure cibi e bevande da assumere per migliorare le funzioni cerebrali. Un recente studio ha individuato, quindi, gli effetti dell’alcol sul cervello.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Alcolismo: una maggiore propensione può dipendere dal colore degli occhi

È normale che le ricerche si concentrino sulle abitudini delle persone. L’abitudine di bere e di esagerare con l’alcol è veramente diffusa in tutto il mondo. Così come lo è la demenza. I dati raccolti negli ultimi anni mostrano una tendenza a salire con i numeri e non di poco. Ma vediamo cosa questa sostanza riesce a fare al nostro cervello.

Alcol: come agisce sul cervello

affrontare post sbornia
Alcolici (Pixabay)

Bisogna fare una premessa: il cervello può avere diverse dimensioni ed è stato dimostrato dalla scienza che le dimensioni contano. Questo significa che un cervello di dimensioni più grandi può sopportare meglio eventuali danni rispetto ad un cervello più piccolo. Alcune sostanze possono incidere in modo assolutamente negativo sull’organo innescando una restrizione e accelerando il declino e il deterioramento cognitivo.

Una di queste sostanze è proprio l’alcol. Lo studio che è stato condotto dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania ha preso in esame un gruppo di oltre 35.000 persone adulte. Le conclusioni dopo esperimenti ed esami sono state queste: anche una quantità moderata di alcol restringe il cervello e ne accelera il deterioramento, con tutte le conseguenze che immaginiamo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Bere alcol in gravidanza: problemi per il nascituro anche in piccole quantità

Che l’alcol avesse conseguenze negative lo sapevamo già, ma questa ricerca ha aggiunto un tassello importante. Naturalmente sono studi che devono essere approfonditi e indagati maggiormente anche perchè non tutti gli studiosi si trovano d’accordo sul fatto che quantità moderate di alcol possano fare così male all’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *