Sussidi Legge 104, 290 euro al mese per questo caso non noto a tutti

In relazione all’argomento sussidi Legge 104 c’è una specifica situazione che non tutti sanno essere soggetta a rimborsi da parte dell’INPS. I dettagli.

Banconote di grosso taglio in un salvadanaio
Banconote di grosso taglio in un salvadanaio (Pixabay)

Sussidi Legge 104, le situazioni che possono portare ad usufruire di sostegni importanti da parte dell’INPS sono diverse. Alcune tra queste non risultano neppure molto note quanto altre. L’Istituto di Previdenza Sociale non dà un aiuto economico soltanto in quelle situazioni che riguardano ad esempio la presenza in famiglia di una persona disabile.

Esistono infatti anche altri casi nei quali si può ottenere uno tra gli importanti sussidi della Legge 104. E tra questi è presente quello legato alle complicazioni legate ad un avanzato livello di obesità. Essere in sovrappeso di molti chili rispetto a quello che è un ideale peso forma comporta una serie di problemi gravi a livello cardiovascolare.

Quanto più l’obesità è marcata, tanto più si avranno disagi nella vita di tutti i giorni. Gli individui che sono affetti da una condizione estrema finiscono molto spesso a non essere autosufficienti e ad avere enormi difficoltà di deambulazione, oltre ad avere una ridotta aspettativa di vita. Per loro sono previsti degli appositi sussidi dalla Legge 104.

Potrebbe interessarti anche: Pensione di reversibilità, in questi casi è cumulabile con altri sostegni INPS

Sussidi Legge 104, quando scatta l’assegno mensile per obesità

Una donna in evidente condizione di obesità
Una donna in evidente condizione di obesità (Pixabay)

A livello base abbiamo un assegno pari a 290 euro al mese senza limiti di età, per quella che è considerata una patologia che può essere fortemente invalidante. Ma che non riguarda le percentuali riconosciute di invalidità se non a partire da una certa misura in poi. Se si ha una massa corporea in eccesso pari ad un livello compreso fra 35 e 39, con una percentuale di invalidità del 20%, non spetta alcun rimborso dall’INPS.

Potrebbe interessarti anche: Contributi INPS, come avere un anno gratis per andare in pensione

Da un indice di 40 in poi si vive una condizione di obesità estrema, che porta a sua volta a percentuali sempre maggiori. Tuttavia dal 74% in poi scatta il succitato assegno pari a 290 euro al mese e con le agevolazioni del caso. A livelli percentuali inferiori spettano invece solamente aiuti relativi non di natura economica.

Potrebbe interessarti anche: Artrosi e Legge 104, le agevolazioni e gli assegni che ti spettano

La presenza di una condizione di obesità viene ritenuta ulteriormente più grave se in presenza di altre patologie in contemporanea. E la stessa indebolisce ulteriormente il sistema immunitario. Per cui viene considerata alla stregua di una malattia invalidante a partire da un certo livello in poi. Per tanto sono pienamente legittimati i sostegni previsti dall’INPS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *