Contributi INPS, come avere un anno gratis per andare in pensione

È possibile avere dodici mesi aggiuntivi del tutto gratuiti nell’ambito del proprio conteggio di contributi INPS. Cosa serve per poterli ottenere.

Persone in attesa all'esterno della sede INPS
Persone in attesa all’esterno della sede INPS (Foto ANSA)

Contributi INPS, è possibile ottenere un anno a titolo totalmente gratuito in aggiunta a quelli già maturati. E la cosa torna più che utile per favorire ed anticipare il raggiungimento della pensione. Ad oggi i termini richiesti sono di 67 anni di età e di 20 contributi per la pensione di vecchiaia e di 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e di 41 anni e 10 mesi nel caso delle donne per quanto riguarda la pensione anticipata.

Inoltre i contributi INPS sono importanti anche per determinare quello che sarà l’assegno previdenziale che andremo a ricevere, in termini economici, una volta fuoriusciti di diritto dal mondo del lavoro. I dodici mesi in questione sono importanti in un caso particolare.

Si parla infatti di contribuzione figurativa nel caso in cui una persona abbia svolto il servizio di leva militare, che ai tempi era obbligatorio. La buona notizia è che quanto fatto da giovani può essere capitalizzato proprio per potere avvalersi di un periodo annuale valido per potere essere annoverato nel novero dei propri contributi per la pensione.

Contributi INPS, a chi spetta l’anno aggiuntivo gratuito per la pensione

Il logo dell'INPS
Il logo dell’INPS (Foto ANSA)

Per fare si di ottenere questo vantaggio è necessario avanzare una apposita domanda. La cosa è prevista sia per chi è già in pensione che per coloro che stanno ancora lavorando. Tra i requisiti da rispettare per potere utilizzare questo vantaggio non da poco consiste nel non dovere usufruire di un’altra tipologia di contribuzione.

Tra l’altro anche in caso di soggetto non più in vita si può presentare domanda da parte degli eredi, per potere ricevere in questo caso la pensione di reversibilità. La contribuzione figurativa è comunque compatibile solamente con i seguenti fondi i previdenza:

  • AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria dei lavoratori dipendenti);
  • Fondi per i lavoratori autonomi e per le Gestioni speciali connesse;
  • Fondi speciali di previdenza riconducibili all’INPS, sempre che non sussistano possibili incompatibilità;

Potrebbe interessarti anche: Mutuo 2022, quando spettano le detrazioni Irpef previste

Come inoltrare l’apposita richiesta

Gente in attesa all'esterno della sede INPS
Gente in attesa all’esterno della sede INPS (Foto ANSA)

E poi, serve avere presentato per lo meno un minimo di contributo effettivo. Inoltre il periodo di riferimento da ricondurre all’ottenimento dei contributi figurativi non devono risultare coperti da altro tipo di contribuzione.

Potrebbe interessarti anche: Sconti in bolletta, partono da adesso: come fare per averli

L’INPS deve essere messo a corrente, nella suddetta domanda, dei seguenti dettagli:

  • ufficio oppure distretto militare frequentato
  • periodo di richiesta per i contributi figurativi suddetti

Potrebbe interessarti anche: Canone Rai, come avere l’esenzione parziale o totale dal pagamento

Dopo una ulteriore verifica da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, farà seguito una eventuale risposta positiva. Per presentare questa istanza bisogna procedere tramite il sito web ufficiale dell’INPS, dopo essere entrati nella propria area utente riservata. Oppure è possibile chiedere supporto ai numeri di assistenza dell’Ente od avvalersi di un consulto da parte di un Patronato CAF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *