La dieta del panino: come dimagrire senza rinunciare al pane

Durante la dieta, fra gli alimenti a cui è più difficile dire addio c’è senz’altro il pane, ma grazie alla dieta del panino non ti dovrai più preoccupare. 

alimentazione pane
Dieta che include il pane (Pixabay)

Il pane è uno tra gli alimenti principali su cui si basa la dieta mediterranea, ecco perché per noi è davvero difficile rinunciarvi. Ma forse l’idea che abbiamo sempre avuto del pane come alimento dannoso per la dieta non è poi così corretta. Nelle diete affidabili e serie, infatti, il pane non viene escluso, a patto che ovviamente venga consumato nelle giuste quantità.

L’aumento di peso non può essere infatti attribuito solamente al pane, alimento che è stato condannato troppe volte per il solo fatto di essere calorico, quando in realtà è ricco di principi nutritivi. Inoltre, un consumo di carboidrati complessi provenienti da pane, così come da altri prodotti da forno, ma anche dalla pasta, è fondamentale.

Ecco perché è bene non escluderlo del tutto dall’alimentazione. Vediamo dunque in che cosa consiste la dieta del panino e come far conciliare questo alimento con un’alimentazione in grado di farci dimagrire.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —>Dieta delle 10 ore: in cosa consiste questo metodo per la perdita di peso

Seguendo queste regole si può fare la dieta mangiando anche il pane

alimento necessario dieta
Pane (Pixabay)

Noi tendiamo a ingrassare quando assumiamo più calorie di quante ne riusciamo a smaltire durante la giornata. Questo è il motivo di base e non tanto il consumo del pane, che può essere mangiato anche durante la dieta se vengono rispettate certe regole. Ad esempio, se all’interno del nostro pasto c’è già una fonte di carboidrati, allora non dobbiamo aggiungere il pane. Se quindi hai scelto la pasta non potrai accompagnarla con il pane. Si può fare un’eccezione quando si parla di piccole quantità.

Altra cosa che puoi fare è prestare attenzione alla qualità. Ad esempio puoi alternare il pane a base di farina raffinata con quello a base di farina integrale, in grado di apportare all’organismo nutrienti importanti come vitamine, sali minerali e fibre, oltre a saziare di più rispetto al pane classico. Attenzione però alla scelta del prodotto, perché molte tipologie di pane vengono spacciate per integrali quando in realtà non lo sono. Il pane davvero integrale è riconoscibile per il suo colore scuro.

Altro pane che può far bene alla salute è quello prodotto con mix di semi e cereali, così come quello prodotto con il lievito madre, che è più digeribile e nutriente. Anche il pane artigianale può essere un’ottima opzione, poiché è meno ricco di conservanti. Invece non devi esagerare con il pane all’olio o al latte, poiché ricco di ingredienti in grado di aumentarne il contenuto calorico. Infine, può essere utile variare la tipologia di farina, tra cui l’avena, il kamut, il farro, le farine di legumi e la segale. Questo ti permetterà allo stesso tempo di provare gusti nuovi ma anche di godere di proprietà nutrizionali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Frutta e verdura del mese di aprile: cosa inserire nella dieta

Ora che conosci tutte le accortezze utili per affiancare il pane alla tua dieta, non dovrai più preoccuparti di ingrassare. L’importante è variare gli alimenti il più possibile e consumare tutto nelle giuste quantità. Questa è la migliore dieta che puoi seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *