Bonus Pc 2022, l’agevolazione è prevista dalla Legge 104: in che modo

L’accesso ai benefici connessi al Bonus Pc 2022 rientrano nel novero di copertura offerta dalla Legge 104, anche dopo un iniziale rifiuto. Fai così.

Una bambina disabile
Una bambina disabile (Pixabay)

Bonus Pc 2022, il provvedimento in analisi è molto importante perché favorisce un modo per interfacciarsi con gli altri specialmente nel caso in cui il soggetto di riferimento sia un disabile. E difatti questa misura risulta essere strettamente connessa alle agevolazioni previste in materia di Legge 104.

Diversi sono i casi di persone affette da disabilità che le costringono a restare a casa, per una situazione di deambulazione estremamente limitata. L’acquisto di un dispositivo elettronico in queste situazioni può essere di enorme supporto. E per questo motivo il Bonus Pc 2022 è da ritenersi fortemente connesso a quelle che sono le coperture della Legge 104.

Allo stesso modo è da considerarsi pure il Bonus Tv. Tornando al Bonus Pc 2022, lo stesso ha validità anche per l’acquisto di tablet e di altri dispositivi elettronici tali da contribuire alla formazione culturale ed all’intrattenimento della persona disabile. Oltre che a favorirne l’interazione sociale a distanza e magari anche l’accesso al mondo del lavoro. Per usufruire di questi sussidi occorre esibire un preciso documento al momento dell’acquisto.

Potrebbe interessarti anche: Assegno unico INPS, come ottenere le maggiorazioni per ogni figlio

Bonus Pc 2022, come ottenere questo ed altri vantaggi dalla Legge 104

Un pc portatile
Un pc portatile (Foto ANSA)

Si tratta di un certificato medico che dimostri l’effettiva disabilità dichiarata, e che rilascia la ASL o l’INPS. Gli enti in questione di solito forniscono le indicazioni utili per potere usufruire di questi e di altri bonus.

Potrebbe interessarti anche: Assegno Legge 104, assistere un disabile porta fino a 1800 euro al mese

In modo tale che, se non si riceve un parere positivo in prima istanza, si potrà fare modo di ottenere il relativo benefit in un secondo momento, con una successiva integrazione prima di completare l’acquisto di un dispositivo per concorrere al benessere psichico e fisico del disabile.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Baby sitter, quanto offre ed a chi spetta: si ottiene così

In questa situazione bisogna richiedere al proprio medico di base una attestazione che confermi la disabilità del soggetto di riferimento ed anche un giusto nesso tra questa condizione e l’oggetto tecnologico che si ha intenzione di comprare. Lo sconto ammonterà, in sede di acquisto ed al momento di pagare, ad una IVA applicata al 4% contro l’attuale 22%. Servirà esibire anche un documenti di identità della persona interessata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *