La dieta per le donne che corrono: cosa mangiare in base al ciclo

Correre è una delle attività più benefiche che esistano, ma per le donne che corrono è importante seguire una dieta che tenga conto anche del ciclo mestruale. Vediamo dunque che cosa mangiare in base al periodo del mese.

alimentazione ciclo mestruale
Dieta per le donne che corrono (Pixabay)

Correre fa bene alla salute, ma per rimanere in forma sappiamo bene che non basta solo l’attività fisica. È altrettanto importante una corretta alimentazione, a maggior ragione per le donne che praticano uno sport ad alta sollecitazione muscolare, proprio come la corsa.

Le donne, infatti, a differenza degli uomini, sono soggette a oscillazioni ormonali che influenzano numerosi aspetti della vita, tra cui il peso e la carica energetica. Ecco perché, per stare bene durante la corsa, dovremmo prediligere alcuni cibi piuttosto che altri, tenendo conto appunto degli ormoni e del nostro ciclo mestruale.

Vediamo dunque quali sono gli alimenti da assumere durante le varie fasi del ciclo tenendo presente quanto ha affermato Elena Araldi, nutrizionista, biologa e maratoneta.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Dieta pegana: il perfetto incontro tra dieta paleo e vegana

La dieta per le donne che segue il ciclo

cosa mangiare durante ciclo
Ragazza che fa la dieta (Pexels)

Il corpo femminile ha esigenze diverse a seconda della fase in cui si trova. Durante il ciclo, la fase di ovulazione e quella pre-mestruale le necessità cambiano. Ecco perché è bene fare attenzione a ciò che il nostro corpo ci dice e ci richiede, anche in termini di alimentazione. Alla base del benessere fisico deve esserci un’alimentazione sana e su questo non c’è dubbio. Ma che cosa mangiare in base al ciclo mestruale?

Partiamo con il periodo del mestruo. Durante quei giorni siamo sottoposte a un senso di stanchezza e debolezza, dovuto anche alla perdita di sangue che provoca di conseguenza un abbassamento dei livelli di ferro. Ecco perché durante “quei giorni” abbiamo bisogno di riportare i livelli di ferro a valori ottimali, assumendo alimenti ricchi di questa componente fondamentale dell’emoglobina, in grado di trasportare l’ossigeno dai polmoni all’intero corpo.

La carne rossa è sicuramente ricca di ferro ma è anche piena di grassi saturi, che invece devono essere limitati. Ecco perché è meglio prediligere alimenti vegetali come legumi, verdure a foglie verde o lenticchie, anch’essi ricchi di ferro. Attenzione però, questo non vuol dire che dobbiamo eliminare del tutto la carne, ma solamente che dobbiamo limitarne l’assunzione. La vitamina C favorisce poi l’assorbimento del ferro. Ecco perché è sempre bene abbinarla a questi alimenti, ad esempio accompagnando il pasto con una spremuta d’arancia o un kiwi o ancora condire gli alimenti con il limone. Da evitare sarebbero invece l’alcol e il caffè, che invece di favorire l’assorbimento del ferro interferiscono con questo processo.

Passando alla fase dell’ovulazione, invece, il corpo femminile si prepara alla gravidanza e quindi reclama energia. La Dott.ssa Araldi spiega che questo è il momento peggiore per svolgere l’attività fisica, perché le prestazioni non saranno al top. Bisogna dunque rinforzare il corpo assumendo cereali che, insieme ai carboidrati, sono in grado di offrire sostanze nutritive come magnesio, ferro e potassio. Sempre in questo periodo è meglio consumare proteine di tipo vegetale. In questa fase non è poi raro avere attacchi di fame. Ecco perché bisogna cercare di controllarsi andando a evitare tutti gli alimenti ricchi di zuccheri che  oltre a fare male ostacolano l’assimilazione delle sostanze nutritive.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> La dieta di Alena Seredova, come è dimagrita con la chetogenica

Infine arriviamo alla fase pre-mestruale, la fase più critica. Lo sappiamo bene, durante questa fase purtroppo siamo soggette a sbalzi d’umore, aumento di peso, mal di testa, stanchezza e chi più ne ha più ne metta. Tutti sintomi che ci fanno rimpiangere di non essere nati uomini. A tutto questo si accompagna poi la fame continua. Ciò avviene perché il fisico consuma meno a causa di una riduzione del metabolismo degli acidi grassi. In questo periodo la nutrizionista consiglia di assumere cibi a bassa densità energetica, quindi frutta, verdura e proteine, evitando tutte le schifezze che possiamo avere a portata di mano.
I carboidrati devono essere assunti ma devono essere integrali. Infine, in questo periodo è fondamentale bere molta acqua per smaltire i liquidi in eccesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *