Aloe vera, come risolvere il problema delle foglie secche: poche mosse vigile attesa

Pianta bella e resistente, l’aloe vera è molto presente in casa e negli uffici, ma se le sue foglie sono secche bisogna risolvere il problema.

aloe vera foglie luminosità
Foglie di aloe vera (Pixabay)

Pianta bella e resistente, l’aloe vera è molto presente in casa e negli uffici, ma se le sue foglie sono secche bisogna risolvere il problema. L’aloe vera è una pianta grassa molto amata, tra l’altro dalle mille proprietà curative e benefica per la salute. Questa pianta succulenta perenne riesce a ornare ogni angolo della casa, grazie alla sua eleganza. Un eleganza molto sobria, dal fascino discreto.

Disposta a ciuffo, l’aloe stende le sue foglie verso l’alto, come braccia imploranti. Queste raggiungono la lunghezza di 60 centimetri e terminano a punta. La loro cuticola è spessa e carnosa, e sulla parte laterale presenta una lunga serie di spine. Come fare quando queste si seccano, cosa c’è alla base del problema?

Potrebbe interessarti anche → Pianta di mele: come farla nascere dai semi del frutto

Foglie secche, come far tornare in salute l’aloe vera

foglie rosse aloe vera
Aloe vera con punte secche (Pixabay)

L’aloe vera necessita di luce abbondante, ma non diretta, non all’inizio. Quando la luce del sole batte direttamente sulla pianta, questa potrebbe seccarla. Se le foglie sono secche, dal colore rossastro, specie sulla punta, ciò potrebbe significare un problema di illuminazione. Anche le piante, proprio come noi, hanno le proprie abitudini.

Queste si adeguano agli ambienti, a volte lo fanno lentamente. Se abbiamo tenuto l’aloe in appartamento, magari in angoli poco illuminati, e poi la esponiamo in balcone, questa ne risente subito. Il cambio di luce interferisce sulla sua salute, e così la pianta potrebbe soffrire. Come comportarsi?

Occorre abituare la pianta agli spostamenti. Abituandola gradualmente alla luce, questa potrà essere esposta in spazi esterni. Ma tutto questo va fatto con attenzione, con vigile attesa e con alcune accortezze. Posizionando l’aloe in una stanza luminosa, nei pressi di una finestra, la si abitua alla luce. Questa deve ricevere una buona illuminazione, ma non entrare direttamente a contatto con i raggi luminosi del sole, specie di estate.

Lasciandola davanti alla finestre per qualche tempo, la pianta si abituerà alla luce. Soltanto in un secondo momento, la si può mettere fuori. Bisogna comunque fare attenzione a non lasciarla esposta nelle ore più calde, in estate. Prendendo le dovute accortezze, il colore dell’aloe vera riprenderà la sua lucentezza. Le punte rossastre spariranno e torneranno verdi. Una buona abitudine, per lasciare esposta la pianta in estate, è quella di abituarla fin dall’autunno a ricevere luce.

Potrebbe interessarti anche → Ortensia rigogliosa, le semplici mosse per avere tantissimi fiori colorati

La luce dell’autunno è tiepida, non molto forte. Lasciarla sotto il sole autunnale per qualche ora è un ottimo metodo per prepararla alla luminosità della bella stagione. Bisogna agire così per l’autunno e per l’inverno, aumentando le ore con la primavera. Mese dopo mese, l’aloe sarà sempre più pronta a prendere la tintarella estiva. Attuato questo lungo processo, la nostra bella pianta potrà stare fuori tranquillamente. Ci vogliono pazienza e vigile attesa, ma i risultati si noteranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *