Ogni frutta a suo tempo: qual è il momento migliore per mangiarla?

La frutta all’interno di una dieta sana non può mai mancare, perché ricca di sostanze e proprietà nutritive irrinunciabili, ma qual è il momento migliore per mangiarla? Scopriamolo insieme.

mangiare frutta tempo giusto
Frutta servita con gelato (Pexels)

La frutta fa bene e su questo non ci piove, ma non è altrettanto chiaro quale sia il momento migliore per mangiarla. Ci sono infatti diversi dubbi in merito, la cui risposta può però cambiare i benefici che ne traiamo dal suo consumo.

Scommetto che ti sarai chiesto in quale momento della giornata è più conveniente mangiarla e se prima o dopo i pasti. Beh, direi che è arrivato il momento di avere delle risposte.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> La frutta che si può mangiare con il diabete: la lista completa

La frutta e il momento migliore per mangiarla

Come prima cosa bisogna dire che la frutta è meglio mangiarla a stomaco vuoto, mentre in realtà siamo stati abituati a mangiarla a fine pasto. Questo non è di certo un errore, però è anche vero che in questo modo l’assimilazione avviene in un tempo più dilatato. E questa condizione può penalizzare l’assorbimento di alcune vitamine. Ecco perché nelle diete la frutta viene indicata da sola durante la colazione o gli spuntini.

frutta da mangiare
Frutta di ogni tipo (Pexels)

La colazione si rivela dunque essere il momento migliore per il consumo di questi alimenti, perché può essere assimilata e digerita nel migliore dei modi, insieme ovviamente a tutti i minerali e vitamine che contiene. Inoltre, il fruttosio si rivela essere la sostanza ideale di cui abbiamo bisogno la mattina per partire con la carica giusta, tenendo allo stesso tempo sotto controllo i livelli di glicemia. Puoi accompagnare il consumo di frutta a colazione con il miele, il latte o i cereali, meglio se integrali. Se scegli l’accostamento con il latte allora cerca di evitare frutti non acidi, come banana, mela e pera. In questo modo eviterai qualsiasi disturbo gastrointestinale.

Accanto alla colazione abbiamo detto che il secondo pasto migliore per l’assunzione della frutta sono gli spuntini. In questo modo sarai sicuro di non arrivere affamato durante i pasti e allo stesso tempo la tua fame verrà immediatamente saziata. Ma ora che abbiamo visto durante quali pasti è più consono mangiare la frutta, cerchiamo di capire fino a quante volte al giorno è possibile consumarla. Per dare una risposta a questa domanda riprendiamo ciò che ha detto il Dott. Achyuthan Eswar, esperto in nutrizione, che ha condiviso i suoi consigli in un video pubblicato sul suo profilo Instagram.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Frutta e verdura del mese di aprile: cosa inserire nella dieta

Nel video in questione il Dott. Eswar afferma che la frutta si può mangiare in qualsiasi momento ma secondo il suo personale parere sarebbe meglio mangiare almeno tre frutti al giorno poiché una quantità minore potrebbe favorire il rischio di ictus. Questi frutti devono però essere distribuiti durante l’intero arco della giornata e non concentrarsi solo al mattino o al pomeriggio. L’ideale sarebbe dunque cominciare ogni pasto con uno o due frutti. In questo modo ne trarrai beneficio durante tutta la giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *