Dieta: gli alimenti da evitare dopo i 50 anni

Gli esperti consigliano di evitare alcuni alimenti quando si superano i 50 anni e l’organismo inizia a lavorare diversamente, ecco quali sono.

dieta 50 anni
Spiedini di verdure (Pixabay)

La salute è molto importante e la maggior parte deriva da quello che si mangia. Anche se molte persone continuano a sottovalutare questo aspetto, l’alimentazione è davvero fondamentale per le sostanze che vengono date all’organismo. Alcune possono aiutarlo mentre altre ostacolarlo e creare problemi.

La grande offerta e disponibilità di cibo in questo periodo storico di certo non aiuta. Ma è necessario fare sempre molta attenzione e avere una dieta abbastanza equilibrata. Inoltre, l’esercizio fisico è importante, così come lo è fare gli accertamenti periodici in modo da prevenire o individuare precocemente qualsiasi problema. L’attenzione deve essere maggiore dopo i 50 anni, quando nell’organismo ci sono una serie di cambiamenti.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> La dieta per le donne che corrono: cosa mangiare in base al ciclo

Questo accade sia negli uomini che nelle donne. Dopo i 50 anni ci sono dei cambiamenti a livello fisiologico che chiedono necessariamente un cambiamento anche nella dieta e nell’assunzione di cibo. Ma vediamo che cosa hanno detto gli esperti su cosa assumere e cosa evitare.

Gli alimenti da evitare nella dieta dopo i 50 anni

cibo
Cibo (Pixabay)

A 50 anni l’organismo inizia a lavorare in modo diverso. Le donne lo sanno molto bene perchè a quell’età arriva per loro la menopausa. Ma anche gli uomini hanno un cambiamento fisiologico importante, ad esempio nella prostata. Inoltre, inizia la perdita di massa muscolare, iniziano ad eccedere nell’organismo i grassi. A seguito di questi processi è fondamentale controllare le calorie che si assumono.

Secondo gli esperti di nutrizione gli alimenti da evitare dopo i 50 anni sono i seguenti:

  • Sale: è il nemico numero uno della pressione sanguigna e della circolazione;
  • Burro: contiene troppi grassi difficili da scomporre dall’organismo;
  • Pane bianco: ha meno fibre, più calorie, è preferibile il pane scuro;
  • Calorie vuote: attenzione a patatine, biscotti, bevande alcoliche che contengono molte calorie ma pochissimi nutrienti;
  • Bevande zuccherate: lo zucchero trasformato presente nelle bevande non va bene per il fegato che non riuscirà ad elaborarlo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta e verdura del mese di aprile: cosa inserire nella dieta

Seguire questi accorgimenti, rivolgersi ad un nutrizionista, fare controlli periodici, sicuramente metterà le persone al sicuro da eventuali problemi che possono insorgere con l’età, come malattie cardiovascolari prima di tutto.

I consigli degli esperti

La raccomandazione degli esperti è quella di assumere, dopo i 50 anni, più frutta e verdura di colori diversi. Cercare di mangiare cereali integrali e di ridurre il più possibile sia i grassi che gli zuccheri trasformati. Molto utili sarebbero i grassi monoinsaturi che arrivano dal pesce, per questo l’ideale è consumarlo almeno due volte a settimana.

È molto importante assumere molte proteine in modo da tenere sempre in buona salute i muscoli. Meglio usare come condimenti l’olio extravergine di oliva, l’olio vegetale e la colza per avere grassi più salutari rispetto ad altri alimenti. In questo modo si aiuterà il metabolismo a lavorare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *