Scoperto come diagnosticare il tumore al seno in base al latte materno

I progressi in ambito medico non finiscono mai, alcuni ricercatori hanno scoperto un modo per diagnosticare il tumore al seno in base al latte materno.

cancro seno latte materno
Peluche con biberon, latte e calzini da neonato (Pixabay)

I progressi in ambito medico non finiscono mai, alcuni ricercatori hanno scoperto un modo per diagnosticare il tumore al seno in base al latte materno. In questo modo, sono state aperte nuove prospettive sia per la diagnosi che per il trattamento della malattia. Uno studio recente ha aperto una nuova porta al progresso scientifico, un salto decisamente positivo nella lotta ai tumori.

La novità arriva dall’Università di Clarkson di New York, Stati Uniti, dove i medici hanno individuato alcuni marcatori per la diagnosi del cancro al seno. Si tratta di una diagnosi precoce basata sull’analisi del latte materno e del sangue. Una notizia incredibile che porterà notevoli risultati positivi per tutte le donne. Ma scopriamo di più e come i ricercatori sono giunti a questo traguardo.

Potrebbe interessarti anche → Che cos’è la manipolazione affettiva e come affrontarla

Tumore al seno, ora si può diagnosticare grazie al latte materno

tumore donna latte materno scoperta
lotta al tumore (Pixabay)

I ricercatori hanno individuato dei biomarcatori proteici, che si trovano nel latte materno. Questi biomarcatori sono frammenti di sequenza di DNA, causa di varie malattie. I biomarcatori presenti nel latte materno possono dare informazioni riguardanti il rischio di cancro al seno. Come riescono i medici a fare una diagnosi precisa?

Basta un semplice prelievo del sangue e un campione di latte materno, di una donna di qualsiasi età, per capire se il soggetto è esposto al rischio di sviluppare neoplasie. La mammografia, fino ad ora, era l’unico modo per capire l’insorgenza di un tumore. Un esame raccomandato per tutte le donne, specialmente una volta superati i 40 anni.

Attraverso i biomarcatori, invece, è possibile diagnosticare una malattia a qualsiasi età, grazie appunto all’esame del sangue e a quello del latte materno. Il latte, quindi, contiene non solo proteine, ma anche una notevole quantità di cellule epiteliali e immunitarie. Ciò permette di monitorare la condizione di una donna sin dalla giovane età, capire se è predisposta alla malattia, che rischio ha e come può migliorare e guarire.

Potrebbe interessarti anche → Alzheimer, importante scoperta: rilevati nuovi geni che innescano la malattia

Grazie all’esame del sangue e di quello del latte, i medici raccolgono una serie di informazioni che fino a poco tempo fa era più difficile avere. In questo modo, è possibile conoscere lo stato di salute di ogni donna, al di là dell’età. Una scoperta sorprendente, decisamente incoraggiante per la diagnosi precoce della malattia. Il cancro al seno è il tumore più diffuso al mondo, ma questa scoperta, in linea teorica, potrebbe aprire le porte anche per la diagnosi di altri tipi di tumori. Non resta che confidare nella scienza e nella medicina, una speranza per la salute di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *