Contatto con la realtà: perché si perde e come recuperarlo

Contatto con la realtà, come si perde e come recuperarlo: i metodi efficaci per tornare ad essere pienamente padrone di te stesso e della tua vita

Meditazione profonda
Meditazione profonda (Pixabay)

Oggi parliamo di un’esperienza abbastanza comune, quella della disconnessione dalla realtà. Ecco perché succede e come recuperare il contatto.

Ti potrebbe interessare anche->I colori pastello per una casa perfetta: ecco alcuni consigli

Contatto con la realtà, se l’hai perso non disperare

Connessione col reale
Connessione con la natura (Pixabay)

Per chi non l’abbia mai trovata, questa può sembrare un’esperienza bizzarra. Perdere il contatto con la realtà? Decisamente poco probabile, quando vuoi che succeda? E soprattutto, com’è possibile che si perda il contatto con qualcosa che, letteralmente, ci sta tutto attorno?

Ti potrebbe interessare anche->Ipocondria: come affrontarla con questi rimedi naturali

Chi invece l’ha provato, sa bene cosa si intende con perdita del reale. Qualcosa di particolarmente ostico che è alla base di molte patologie o disagi: derealizzazione, dissociazione, sindrome della capanna, ossessioni, nevrosi, tutte hanno in comune uno scollamento dalla realtà stessa. Insomma, la cosa è possibile e anche più frequente di quanto non si pensi. A provocarlo può essere una somma davvero notevole di cause. Un forte trauma che fa crollare le nostre certezze, un periodo di transito che cambia il mondo per come l’abbiamo conosciuto, un lutto, una situazione difficile. Senza contare che spesso, a questa modificazione, coincide una modificazione anche dell’equilibrio neurologico. A questo punto si entra nell’ambito del patologico.

Quando però questo accade ci sono dei modi efficaci per correre ai ripari, per quanto possibile. Eccovi quindi alcuni consigli per tornare ad essere padroni di voi stessi e delle vostre vite, ammesso che nulla in questi casi sostituisce il confronto con un terapeuta.

  1. Butta fuori: molto spesso, la perdita della realtà è determinata da un’interiorità che diventa tiranna. Buttare fuori i pensieri, permette di ridimensionarli. Parla con un amico, scrivi.
  2. Impegnati in attività manuali: l’implicazione del tatto ti costringe alla connessione con una realtà esterna e tangibile.
  3. Mindfulness: la meditazione della consapevolezza ha come scopo esattamente il richiamarti al presente, al qui e ora.
  4. Passeggia nella natura: la natura ti ridarà un senso di appartenenza e di connessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd