Reddito di cittadinanza tagliato, da ora in poi in tanti riceveranno di meno

Da aprile 2022 scatta il Reddito di cittadinanza tagliato. Cosa è entrato in vigore da portare ad una riduzione dell’assegno concesso dall’INPS.

Delle banconote in euro da una busta
Delle banconote in euro da una busta (Pexels)

Reddito di cittadinanza tagliato, ad aprile è quello che toccherà a chi ha maturato il diritto ad ottenere quello che è il sussidio statale più conosciuto che ci sia. Ed anche quello più ambito, con tantissime domande che pervengono ogni mese nelle sedi competenti.

Giunge ora notizia di un Reddito di cittadinanza tagliato a partire da questo mese. Ad aprile in diversi non riceveranno il consueto importo dall’INPS, e la cosa diventerà effettiva anche per i prossimi assegni previdenziali. Proprio l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha parlato della cosa, dando delle spiegazioni in merito.

Il Reddito di cittadinanza tagliato è frutto di un ricalcolo. Come noto la misura è strettamente legata a quello che è il proprio reddito dichiarato. Per cui, ad ISEE progressivamente alto corrisponderà un sussidio dal Rdc proporzionalmente basso. E viceversa.

Potrebbe interessarti anche: Assegno Unico 2022 pagamenti, come avere importi maggiori

Reddito di cittadinanza tagliato, perché sta succedendo

Una persona prende dei soldi dal borsellino
Una persona prende dei soldi dal borsellino (Pexels)

Con lo scoccare del 2022 però è cambiato il sistema di calcolo adottato dall’INPS, che ora tiene presente della quattordicesima in ambito previdenziale ed assistenziale e di relative maggiorazioni eventuali. Calcolando anche queste voci all’interno dell’ISEE, ne conseguirà per l’appunto il sopra citato Reddito di cittadinanza tagliato.

La cosa sarebbe dovuta partire proprio da gennaio, ma ci sono stati dei ritardi nei ricalcoli dell’INPS, per cui siamo approdati ad aprile nel frattempo. E questo porterà l’Istituto anche ad attuare dei conguagli rateizzati per recuperare quanto versato in eccesso fino a marzo scorso.

Potrebbe interessarti anche: Assegno INPS, come ottenere 525 euro mensili in aggiunta alla pensione

Entrando più nel dettaglio, il suddetto taglio riguarderà chi riceve maggiorazioni sulle pensioni così ripartiti:

  • 25,83 euro al mese tra i 60 e i 64 anni
  • 82,64 euro al mese tra i 65 e i 69 anni,
  • 136,44 euro al mese sopra i 70 anni
  • Per coloro che prendono la quattordicesima l’importo cala a 124,44 euro;

Potrebbe interessarti anche: Assegno di invalidità, ti spetta anche se hai questi dolori: come averlo

Saranno interessati anche l‘incremento al milione e la quattordicesima a luglio con importo dai 336 ai 655 euro. Tutte queste entrate verranno ora inglobate all’interno del reddito di famiglia e chi le riceve, in concomitanza con il Reddito di cittadinanza, risulterà avere un ISEE più alto e quindi un sussidio dal suddetto reddito inferiore rispetto al passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *