La frutta da evitare se si soffre della sindrome del colon irritabile

Con la sindrome del colon irritabile ci sono alcuni alimenti che è meglio evitare, tra questi anche alcuni che riguardano la frutta.

frutta
Ciliegie (Pixabay)

Molte persone hanno problemi all’intestino senza che ci siano, però, dei dati clinici a sostegno e a dimostrarlo. Infatti, la sindrome del colon irritabile non si manifesta con delle infiammazioni o dei problemi in particolare, ma ci sono dei sintomi chiari ed evidenti. Una persona che ne soffre non ha equilibrio intestinale, ha spesso periodi di stitichezza o diarrea, dolori, crampi quando mangia. Per non parlare del gonfiore e della flatulenza.

Rivolgersi al medico è molto importante perchè in questo modo potrà suggerire il trattamento più adeguato. Tuttavia, il suggerimento che arriva per prima cosa dagli specialisti è fare sempre attenzione a che cosa si mangia. Ci sono alcuni alimenti che peggiorano questa condizione, mentre altri possono aiutare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Sindrome del colon irritabile: quali sono gli esami da fare

Tra questi alimenti c’è anche della frutta. Nonostante frutta e verdura siano sempre indicate dagli esperti per una corretta alimentazione e mantenersi in salute, alcuni frutti sono da evitare se si soffre di colon irritabile. Vediamo qui di seguito quali sono.

Frutta da evitare con il colon irritabile

frutta e verdura di stagione
Frutta (Pixabay)

Gli esperti fanno sapere che la frutta fermenta nell’intestino e questo aggrava i sintomi di chi soffre di questa patologia. Dunque, si deve mangiare frutta meno fermentabile come le banane, le fragole e i frutti di bosco. Invece, sono da evitare le ciliegie, le albicocche, le pere, le angurie, mango, datteri e i fichi. Sono quelli particolarmente zuccherati che rallenterebbero la digestione.

Tra gli altri alimenti attenzione in particolare a quelli ricchi di fibre come i legumi o i peperoni. Quelli che sono lenti e più difficili da digerire. Gli specialisti sconsigliano anche l’assunzione del cioccolato e del miele. Anche questi due alimenti, nonostante la loro diffusione e la loro bontà, sono controproducenti.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Colon irritabile: attenzione a questi alimenti insospettabili

Se si cerca di fare attenzione a come si mangia, sicuramente i sintomi di questa patologia diminuiranno facendo vivere giornate migliori a chi ne soffre. Naturalmente è importante seguire sempre le indicazioni degli esperti, medici e nutrizionisti. In base alla reazione del proprio corpo ci possono essere varie quantità di alimenti che variano anche a seconda delle persone. Perciò, non imitate altri, la dieta deve essere sempre specifica e fatta su misura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *