Bonus Facciate 2022, chi può usufruirne e quando scade

In relazione al Bonus Facciate 2022 è bene specificare quando ci sarà il termine ultimo oltre il quale non sarà possibile avanzare domanda, e da chi è rappresentata la platea dei beneficiari di questa misura.

L'esterno di un palazzo sottoposto a lavori di ristrutturazione
L’esterno di un palazzo sottoposto a lavori di ristrutturazione (Freepik)

Bonus Facciate 2022, questa misura è molto importante perché porta in dote con sé una convenientissima detrazione di imposta di ben il 90% in merito alle spese affrontate nel 2020 in ambito edilizio.

Questa detrazione è valida anche per chi ha effettuato interventi nel corso del 2021, mentre cala al 60% per operazioni compiute invece nel corso del 2022.

Gli interventi richiesti per rientrare sotto alla copertura offerta dal Bonus Facciate 2022 riguardano quelli compiuti per il recupero oppure per il restauro di quelle che sono le facciate principali di edifici che appartengono a qualunque categoria catastale.

Come funziona il Bonus Facciate per il 2022?

Un uomo consulta lo stato dei lavori
Un uomo consulta lo stato dei lavori (Freepik)

Ci sono dei parametri da rispettare in ogni caso e che vanno specificato consultando le opportune sedi. In particolare il Bonus Facciate 2022 riguarda le strutture opache di facciata, i balconi, eventuali fregi e composizioni ornamentali oppure una tinteggiatura od una pulitura.

Non si applica il bonus in situazioni che riguardino invece l’interno degli edifici, se non sono visibili dalla strada o da suolo o superfici pubbliche.

Potrebbe interessarti anche: Bonus 2022, quali sono quelli da potere richiedere: grossi vantaggi

Chi può usufruire del Bonus Facciate 2022?

Alla domanda su chi può usufruire di questo provvedimento, i beneficiari sono tutti i soggetti in regola con il pagamento delle tasse. Indistintamente da se siano o meno residenti sul territorio dello Stato.

Potrebbe interessarti anche: Superbonus 110, proroga fondamentale per molti: la nuova data

E poi soggetti passivi Ires e soggetti Irpef proprietari a qualsiasi titolo dell’immobile da ristrutturare. Non spetta poi per possessori di redditi ai quali si applicano tassazione separata od imposta sostitutiva.

Potrebbe interessarti anche: Mini eolico da terrazzo, prezzi e perché conviene: ti cambia la vita

C’è tempo fino al 31 dicembre 2022 per potere inoltrare richiesta di bonus. In caso di risposta favorevole, la detrazione relativa verrà applicata nei successivi dieci anni dalla presentazione della stessa nella dichiarazione dei redditi, con altrettante rate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *