Bonus senza ISEE, quali sono i più vantaggiosi da richiedere subito

Esiste tutta una serie di bonus senza ISEE dei quali potere usufruire e che non presentano particolari barriere. Se è il caso bisogna assolutamente approfittarne.

Un uomo regge in mano svariate banconote da cento euro
Un uomo regge in mano svariate banconote da cento euro (Pixabay)

Bonus senza ISEE, ce ne sono diversi e comportano tutti dei grossi vantaggi per chi intende usufruire di questi sussidi statali ma, per un motivo o per un altro, non può fare affidamento su quello che è il documento attestante il proprio reddito annuo.

Tra i principali bonus senza ISEE troviamo ad esempio il Bonus Idrico 2022, che comporta tutta una serie di ottime fruibilità per potere rinnovare l’impianto idrico di casa o della propria azienda. Ci sono fondi per 20 milioni di euro, destinati alla installazione di sistemi di scarico, soffioni doccia, rubinetti di cucina e bagno, wc ed impianti di irrigazione per giardini entro certi vincoli di capacità.

Per usufruire di questo bonus senza ISEE è necessario avere compiuto in contemporanea anche dei lavori di natura edilizia a casa, sia di tipo ordinario che straordinario. Il nuovo impianto deve ridurre sensibilmente gli sprechi ed anche gli esborsi in bolletta, andando incontro al processo di transizione ecologica.

Bonus senza ISEE 2022, quali sono i più importanti da potere richiedere per tutti

Un fotomontaggio con soldi e calcolatrice e case sullo fondo
Un fotomontaggio con soldi e calcolatrice e case sullo fondo (Pixabay)

I rimborsi arrivano poi in sede di dichiarazione dei redditi sotto forma di detrazioni IRPEF, in dieci rate per i dieci anni successivi. Qui tutti i dettagli del Bonus Idrico 2022.

Altri bonus senza ISEE validi per il 2022 e fino alla primavera del 2023 (molti provvedimenti sono partiti da marzo di quest’anno, n.d.r.) sono i seguenti:

Assegno unico universale;

Bonus Asilo Nido 2022;

I vari bonus legati alla ristrutturazione di casa;

Bonus studenti;

Sussidio Bonus docenti;

e Bonus Moto;

Per quanto riguarda l’Assegno unico universale 2022, tale provvedimento si rivolge a tutti coloro che hanno dei figli a carico in una larga fascia di età che va dal settimo mese di gravidanza fino ai 18 anni. In certi casi si arriva anche a comprendere figli fino ai 21 anni. Se poi c’è una riconosciuta disabilità, il vincolo di età viene meno.

Potrebbe interessarti anche: Agevolazioni ISEE, i bonus previsti per la fascia 15mila-40mila euro

Nonostante in questo caso presentare il proprio ISEE non sia richiesto, è caldamente farlo ad ogni modo. Perché in caso contrario si viene relegati nella fascia meno privilegiata, che prevede 50 euro per ciascun figlio a carico. Con l’ISEE invece possono scattare delle maggiorazioni anche importanti qualora ce ne sia il diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *