Riso e dieta: è veramente un alimento adatto per perdere peso?

Il riso è un alimento must per le cucine di tutto il mondo poiché è estremamente versatile: ma veramente adatto ad essere inserito in una dieta?

riso perdere peso
Riso (Pixabay)

Il riso è un alimento di base per più della metà del mondo. Inoltre, il riso varia per tipo, colore e consistenza, offrendo molti modi di consumarlo, ed è un alimento abbastanza economico rispetto ad altri cereali. La gente mangia il riso bianco più di qualsiasi altro tipo di riso perché ha una lunga durata ed è facile da cucinare e mangiare. Il ruolo del riso nella nutrizione è interessante perché sempre più persone cercano le diete migliori e i trattamenti alternativi per le loro condizioni di salute.

Inoltre, l’obesità è un problema di salute globale, che spinge gli esperti a trovare un modo per contrastarne la crescita. Tuttavia, il ruolo del riso in queste aree è discutibile. Quindi, qual è il problema del riso? È adatto alla perdita di peso o è ricco di calorie? Il riso è un cereale classificato come grano intero o raffinato. I cereali integrali contengono il chicco intero. Quando il riso viene macinato, diventa raffinato e perde i nutrienti essenziali, ma a volte ha un sapore migliore o una migliore durata di conservazione.

Ti potrebbe interessare anche >>> Insalata di riso per la bella stagione: come farla in modo perfetto

Riso: quale tipo è più adatto da inserire nella dieta

Riso integrale
Riso integrale (Unsplash)

Esistono diversi tipi di riso e i più comuni sono:

  • Riso integrale: è generalmente più ricco di fibre, vitamine e minerali del riso bianco. I suoi nutrienti aiutano a migliorare il controllo glicemico, a vantaggio di chi soffre di diabete. La fibra alimentare può anche aiutare ad abbassare il colesterolo LDL (cattivo), che può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Inoltre, gli alimenti ad alto contenuto di fibre favoriscono la sensazione di pienezza, che può sostenere la gestione del peso e può aiutare ad affrontare l’obesità (5Trusted Source).
  • Riso rosso: è un tipo di chicco di riso naturalmente pigmentato, noto per le sue ricche proprietà nutrizionali. Può anche presentarsi sotto forma di lievito di riso rosso, che viene prodotto dopo la fermentazione della muffa Monascus purpureus. Il lievito di riso rosso è noto per aiutare ad abbassare il colesterolo. Viene creato attraverso la scomposizione del lievito rosso e consiste principalmente di amido e proteine. Inoltre, sia il riso rosso che quello integrale possono aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo e a mantenere la salute del cervello.
  • Riso bianco: contiene meno nutrienti e meno fibre del riso integrale. Inoltre, le varietà di riso bianco consistono quasi interamente di carboidrati sotto forma di amidi e glucosio.

Ti potrebbe interessare anche >>> Come cuocere il riso all’orientale: i suggerimenti utili

Da come si evince, quindi, il miglior tipo di riso da inserire nella propria dieta è quello integrale perché meno lavorato e quindi più ricco di nutrienti quali: fibre, vitamine e minerali. Benché il più consumato a livello globale sia quello bianco, i nutrizionisti consigliano il consumo di quello integrale perché può contribuire alla gestione del peso e promuove livelli di colesterolo sani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *