Combattere la cellulite e la ritenzione idrica tramite la respirazione

Tramite la respirazione e la meditazione si può combattere la cellulite e la ritenzione idrica: la tecnica che sta spopolando.

ridurre cellulite tramite yoga
Ragazza serena e libera (Pixabay)

Tramite la respirazione e la meditazione si può combattere la cellulite e la ritenzione idrica: la tecnica che sta spopolando. Il contrasto agli inestetismi parte dal buonumore. Non si tratta soltanto di inestetesmi, ma di vere patologie, che possono progredire nel tempo. Porre attenzione al respiro potrebbe essere una soluzione efficace al problema.

C’è una pratica che ultimamente sta spopolando in tutto il mondo, anche perché sponsorizzata da tante modelle famose. Si è scoperto che il modo di respirare influenza tutto il corpo e, se corretto, comporta numerosi miglioramenti sia a livello di benessere che estetici. Scopriamo di più.

Potrebbe interessarti anche → Artrite reumatoide: i segni sulla pelle sintomi della malattia

Respirazione per il benessere estetico e mentale

tecnica respirazione Hand-So cellulite
Donna che pratica yoga (Pixabay)

Respirare in modo corretto e consapevole è importante perché depura l’organismo. Inspirare ossigeno ed espirare ossido di carbonio permette di purificare il sangue, favorendo la combustione delle scorie. Queste scorie sono l’elemento che comporta la cellulite. Meditare fare bene alla mente e rilassa la muscolature. All’interno dello yoga, però, c’è una disciplina particolare.

Questa prende il nome di Hong-So. Si tratta di una tecnica molto semplice ma che incide profondamente sulla cura delle pelle. Insomma, si combatte la cellulite dall’interno, partendo dal respiro. Per praticarla nel migliore dei modi, occorre rilassarsi completamente. Come fare?

Bisogna mettersi seduti e con la schiena dritta. Dunque, bisogna fare dieci profondi respiri, trattenendo il fiato per qualche secondo. Il primo ciclo da dieci respiri si fa in silenzio, ascoltando il proprio respiro. Il secondo ciclo, sempre da dieci respirazione, deve essere sussurrato. Significa che, insieme al respiro, si devono pronunciare le parole Hong, quando si inspira, e So, quando si espira.

La tecnica per stare bene e per combattere gli inestetismi della pelle

meditazione ritenzione idrica
Meditazione per stare bene (Pixabay)

Questo esercizio deve essere ripetuto ogni giorno. Gli studiosi promettono che questa abitudine comporta grandi benefici psicofisici. Se si allontana lo stress, si è più sereni. La serenità migliora la circolazione del sangue.

In questo contesto di benessere, anche la pelle ne beneficia e, dopo qualche settimana di pratica, la cute appare più luminosa e liscia. La filosofia alla base dello yoga è utilissima per affrontare la quotidianità. Lo yoga aiuta a rilassarsi, a stare bene di umore, ad allentare le tensioni e a scacciare le ansie. Tra l’altro, più ci si sente sotto stress e tesi, e più si tende a mangiare, ingrassando.

Scaricare lo stress è essenziale, se si è sereni, la cellulite e la ritenzione idrica si combattono meglio. Oltre alla respirazione Hong-So, anche la pratica dei massaggi è utile per attivare la microcircolazione. Massaggiando in modo circolare, si stimolano le cellule, si eliminano le tossine e l’acqua in eccesso. Come praticarli sulla propria pelle?

Potrebbe interessarti anche → Radicchio: caratteristiche, proprietà, benefici, ricette e controindicazioni

L’automassaggio è molto benefico, e deve essere praticato su gambe e glutei. Secondo gli esperti, praticare massaggi circolari, magari con i fondi del caffè o con altri prodotti specifici, aiuterebbe a eliminare la cellulite. Basta partire dalle ginocchia e premere con i palmi delle mani, risalendo fino all’inguine. Bisogna ripetere l’operazione, cercando di contornare l’intera coscia, fino ai glutei. Dopodiché, l’operazione deve essere ripetuta non più dal basso verso l’alto, ma dall’interno verso l’esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *